Potrei cominciare a parlare, ma non so se val la pena

Si parla di danza classica
vladimiro
Messaggi: 213
Iscritto il: 09 apr 2004 11:08
Località: Padova, provincia

Messaggio da vladimiro » 27 set 2004 10:55

perchè no!
finalmente qualche erudito che voglia spiegare e spero insegnare qualcosa,
io vado a vedere balletti e mi piacciono,
però mi piacerebbe capire di più, nel senso
come giudicare le interpretazioni, la musica da balletto come ascoltarla ecc. ecc.
forza... Idomeneo Re di Creta.
V.



Avatar utente
Emanuele
Messaggi: 4556
Iscritto il: 02 dic 2003 11:03
Località: Milano P.ta Romana - Torre Boldone (BG)

Messaggio da Emanuele » 27 set 2004 10:58

Dai Michele! Raccontaci come si vive e si ascolta il balletto in Russia!
[i]Il compito dell'uomo è dare alla luce se stesso[/i]

Renato des Grieux
Messaggi: 2257
Iscritto il: 05 ago 2004 05:19
Località: Brema
Contatta:

Messaggio da Renato des Grieux » 27 set 2004 21:07

Raccontaci come si vive e si ascolta il balletto in Russia!
Normalmente questa musica non s'ascolta dai ballettomani. Essi vengono per una storia e per la danza, e sanno criticare 32 fouettés come noi melomani un do acuto. La musica proprio viene ascoltata da quelli che amano la musica stessa. I ballettomani la giudicano in quanto sia adattata per la danza e la direzione d'uno spettacolo in quanto sia adattata pei ballerini.
Io non sapevo perché Ciaikovskij avesse scritto tanti divertimenti ne "Il lago dei cigni" il cui tema principale mi pareva molto più bello, ma poi appresi stimarne alcuni - i due ultimi quadri. Comunque "Romeo e Giulietta" o "La Cenerentola" di Prokofiev mi piacciono di più. La musica di "Sylvia" (i pochi brani che ne conosco) mi pare ben più interessante de "Il lago dei cigni". Dai tre balletti di Ciaikovskij "La bella addormentata nel bosco" e "Lo schiaccianocci" li giudico molto più omogeni.
Nel l'occhio tuo profondo
io leggo il mio destin;
tutti i tesor del mondo
ha il tuo labbro divin!

Avatar utente
Eleonora
Messaggi: 205
Iscritto il: 13 lug 2004 15:23

Messaggio da Eleonora » 08 nov 2004 20:13

amo molto il balletto,soltanto che non ci capisco niente,per me sono tutti stupendi. :roll: :wink:

Ho lavorato solo due volte nel balletto,per schiaccianoci e vedova allegra;ovviamente ho dato solo un piccolo aiuto nel costume
ma mi sono bastate 2volte per amare questo campo.
Non c'è niente da fare adoro quei voli,quei movimenti eleganti....e i fisici dei ballerini,perfetti :wink: :lol: :lol: :P :D :o
Per far penar l'ingrato ch'io detesto,
i tuoi più crudi orror m'ispira,o Colco,tu!

NINFA DEL LAGO BLU
Yes,it was a worthwhile exsperience
it was worth it (F.Mercury)

Avatar utente
matabr1967
Messaggi: 618
Iscritto il: 13 lug 2001 15:47
Località: Padova

Messaggio da matabr1967 » 11 nov 2004 13:26

Renato des Grieux ha scritto:
Raccontaci come si vive e si ascolta il balletto in Russia!
Normalmente questa musica non s'ascolta dai ballettomani. Essi vengono per una storia e per la danza, e sanno criticare 32 fouettés come noi melomani un do acuto. La musica proprio viene ascoltata da quelli che amano la musica stessa. I ballettomani la giudicano in quanto sia adattata per la danza e la direzione d'uno spettacolo in quanto sia adattata pei ballerini.
Io non sapevo perché Ciaikovskij avesse scritto tanti divertimenti ne "Il lago dei cigni" il cui tema principale mi pareva molto più bello, ma poi appresi stimarne alcuni - i due ultimi quadri. Comunque "Romeo e Giulietta" o "La Cenerentola" di Prokofiev mi piacciono di più. La musica di "Sylvia" (i pochi brani che ne conosco) mi pare ben più interessante de "Il lago dei cigni". Dai tre balletti di Ciaikovskij "La bella addormentata nel bosco" e "Lo schiaccianocci" li giudico molto più omogeni.
Concordo!
Specialmente Lo Schiaccianoci diede il via al Balletto Sinfonico: basta ascoltare il primo atto. Come struttura ricorda molto la Symphonie Phantastique di Berlioz.
Tra i musicisti che composero balletti, viene considerato poco Minkus.
Io dico: ascoltate La Bayadère e poi ne riparliamo.

Matteo
"Conosco un Tizio con una gamba di legno di nome Smith..."
"Ah sì? E come si chiama l'altra gamba?"

(da Mary Poppins)

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Messaggio da alcarrega » 19 dic 2004 20:57

Idomeneo ha scritto:Il Balletto in Russia è più che il Balletto
E' un fenomeno straordinario
Io non sono ballettomano, forse non sono il tipico russo, ma ho visto davvero molte cose straordinarie.
Mi interessa di più la musica da balletto la quale vive come la musiaca fuori la danza
Appena avrò avuto un po' di tempo, ne scriverò qui due parole.
Michele
Infatti, ci si puo ovviamente ascoltare la musica da balletto "da sola". Ma non sarà forse cosi "entusiasmante" (esiste la parola???!!!) come con i movimenti aggiunti. Per esempio, ho comprato il CD di Raymonda da Glazunov... ma non ce la fassio ad ascoltarlo :( Certe musiche guadagnano ad essere ascoltate insieme ad un balletto.
Ma devo anche dire che quando ascolto per esempio il Lago, mi vengono subito in mente i movimenti del corpo di balletto, o della stella... Peccato che mi vengano solo in mente, e non nelle gambe! :wink:
Anne Laure
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Avatar utente
raviola
Messaggi: 2963
Iscritto il: 17 ago 2004 19:11
Località: torino
Contatta:

Messaggio da raviola » 28 lug 2005 16:45

Non sono neanch'io una gran ballettomane, e sono capitata di qua per caso.
Ma mi avete fatto ricordare un aneddotino che avevo dimenticato.
Più di 20 anni fa, era il 1983 o giù di lì, seguivo i corsi di russo dell'Associazione Italia URSS, anche perché quelli dell'università erano penosi.
Ricordo che l'insegnante, peraltro bravissima, ci parlava dei fantastici balletti russi, e quando un compagno di corso nominò Nureyev lei liquidò la questione dicendo in sostanza che, essendo un ballerino men che mediocre, ed avendo capito che la sua mancanza di talento l'avrebbe fatto presto licenziare dalla compagnia, se la cavò scappando dall'Unione Sovietica... :shock: :?
Lucilla Cremoni
Anarchica e orsa fin da piccina!

Renato des Grieux
Messaggi: 2257
Iscritto il: 05 ago 2004 05:19
Località: Brema
Contatta:

Messaggio da Renato des Grieux » 28 lug 2005 18:40

Ma poteva dir altro?
Sarebbe stata licenziata in men che non si dica.
Comunque, se Nureyev ce la fece in Francia, può dirsi che in sostanza quest'insegnante aveva torto. Se lui, che aveva cominciato a studiare il balletto classico tardissimo, giunse a un considerabile livello, era un megatalento.
Si può dire che, a parte il talento o non talento di Nureyev, il livello tecnico a Parigi è un po' più alto di quel moscovita e fors'anche pietroburghese.
Nel l'occhio tuo profondo
io leggo il mio destin;
tutti i tesor del mondo
ha il tuo labbro divin!

Avatar utente
raviola
Messaggi: 2963
Iscritto il: 17 ago 2004 19:11
Località: torino
Contatta:

Messaggio da raviola » 28 lug 2005 19:54

Il fatto è che la signora non stava rischiando proprio nulla, datosi che non era in URSS e che era sposata a un italiano non propriamente indigente.
Quindi era proprio convinta. Potenza della propaganda... :?
Lucilla Cremoni
Anarchica e orsa fin da piccina!

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Rodolphe

Messaggio da alcarrega » 29 lug 2005 21:28

Per quanto riguarda la tecnica, ovviamente, era un dio... pero', direi che da coregrafo, non è la stessa cosa. Ha fatto una lettura un po diversa da tanti balletti, e direi a gusto mio, che li ha resi a volte un po "pesanti"... Io mi annoio in confronto a quelli di Petipa...
Oltre i costumi che sono uno splendore, come per esempio nella Bayadere.
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Rispondi