Bostridge e la 'Winterreise'

per discutere di tutto quel che riguarda la musica sacra e vocale non operistica
Rispondi
Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Bostridge e la 'Winterreise'

Messaggio da mascherpa » 29 mag 2009 08:12

Ho letto l'interessante e sintetica recensione d'Edoardo in home page, e ho risentito nelle sue parole l'esecuzione che Bostridge diede della Winterreise alla Schubertiàde di Schwarzenberg del giugno 2002. Di quella serata mi resta nella memoria (e per fortuna non solo in essa) soprattutto l'ispiratissima Mitsuko Uchida che sedeva al pianoforte: per me l'interprete incomparabilmente piú grande che di questa parte abba mai sentito, dal vivo e no.

Sette anni fa, mentre sentivo Bostridge che spesso portava la sua emissione a una sorta di Sprechton ante litteram, mi chiedevo se la linea vocale del pezzo non avesse suonato in modo molto simile quando, secondo il celebre aneddoto che lo accomuna al Lacrymosa mozartiano, Schubert lo cantò tra amici dal letto in cui si stava spengendo.


Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Rispondi