«Mozart rifatto»

per discutere di tutto quel che riguarda la musica sacra e vocale non operistica
Rispondi
Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

«Mozart rifatto»

Messaggio da mascherpa » 28 apr 2009 11:22

Durante una rapida lettura dell'editoriale in Home Page m'hanno colpito due punti.

a) Il finale di Berio per Turandot fu diretto per la prima volta da Chailly alla Gran Canária, in forma d'oratorio, all'inizio del 2002. Poco dopo fu eseguito scenicamente in California e anche, se ben ricordo, ad Amsterdam.
Solo nell'agosto dello stesso anno fu diretto da Gergiev a Salisburgo, nello spettacolo con la regia di Pountney. Mi sembra un po' strano che il "destinatario" del lavoro di Berio l'abbia eseguito solo per terzo o quarto, anche se, per le abitudini di programmazione dei festival europei, non può sussistere dubbio che la decisione d'eseguire il finale di Berio a Salisburgo con la direzione di Gergiev fosse stata sensibilmente anteriore all'esecuzione di Chailly.

b) Non ho ancora sentito che cosa Abbado dirigerà questa sera a Torino, però già il Requiem che diresse nel giugno 2005 a Bologna non seguiva interamente la versione Süssmayr, ma la "contaminava" con la realizzazione di Beyer (secondo una prassi che, sebbene filologicamente discutibile, non è per Abbado né nuova né insolita). Mi pare che il modo in cui il concerto diretto da Abbado è nominato nel contesto potrebbe indurre a supporre il contrario. D'un Requiem inframmezzato da letture di lettere di Mozart per opera di Bruno Ganz e con interpolazione mi par proprio dell'Ave verum ho altresí memoria dalla Mozartwoche 2006. Quel che ha recentemente fatto Welser-Möst non riveste, quindi, carattere di novità.


Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22208
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: «Mozart rifatto»

Messaggio da Berlioz » 28 apr 2009 14:58

Il discorso finale sui diritti d'autore fa venire in mente Stravinsky che ritoccava le proprie composizioni sul far dello scadere dei diritti, licenziandole come "revisioni"....
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
asklepio
Messaggi: 13122
Iscritto il: 08 ago 2005 00:18
Località: Pistoia

Re: «Mozart rifatto»

Messaggio da asklepio » 29 apr 2009 09:58

Berlioz ha scritto:Il discorso finale sui diritti d'autore fa venire in mente Stravinsky che ritoccava le propriecomposizioni sul far dello scadere dei diritti, licenziandole come "revisioni"....
Non generalizziamo ma ci sono spesso delle curiose corrispondenze temporali in queste faccende.
Prendete un'ostrica bella signora
alla buonora, alla buonora

Immagine

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: «Mozart rifatto»

Messaggio da mascherpa » 30 apr 2009 09:39

asklepio ha scritto:...ci sono spesso delle curiose corrispondenze temporali in queste faccende.
Un po' come la ricorrente ondata di grandi lavori sulle autostrade italiane allo scadere delle concessioni trentennali.

Sul caso planetario della Turandot, la situazione sembra chiarita: il finale d'Alfano lo vuole solo piú Isotta; quello di Berio viene noleggiato a peso d'oro; se tira aria d'eseguire uno degli altri due (quello dell'Americana o, recentemente, quello di De Simone), la Casa rifiuta il noleggio dei materiali dell'opera.

Poi si legge che la scelta, sempre piú frequente, di chiudere il sipario con il cortège funèbre ha solo "profonde motivazioni estetiche".
Ultima modifica di mascherpa il 30 apr 2009 09:59, modificato 1 volta in totale.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
prunier
Messaggi: 2530
Iscritto il: 31 ago 2003 21:27
Località: Cassano Magnago (VA)

Re: «Mozart rifatto»

Messaggio da prunier » 30 apr 2009 09:51

mascherpa ha scritto: il finale d'Alfano lo vuole solo piú Isotta; quello di Berio viene noleggiato a peso d'oro; se tira aria d'eseguire uno degli altri due (quello dell'Americana o, recentemente, quello di De Simone), la Casa rifiua il noleggio dei materiali per tutto il resto dell'opera.

Poi si legge che la scelta, sempre piú frequente, di chiudere l'opera con il cortège funèbre ha solo "profonde motivazioni estetiche".
Io, per quel che conta, vorrei l'Alfano originale. Quello di Berio non lo sopporto.
Vita brevis, ars longa, occasio praeceps, experimentum periculosum, iudicium difficile

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: «Mozart rifatto»

Messaggio da mascherpa » 30 apr 2009 10:04

prunier ha scritto:...l'Alfano originale.
Piacerebbe sentirlo anche a me, almeno una volta, ma anche lí, apriti cielo! Dall'epistolario di Marinuzzi s'evince che Clausetti & C. gl'imposero di non "rompere" piú con una richiesta cosí "eretica" già quando l'opera fu presentata al Colón (terzo, se non mi sbaglio, dopo la Scala e il Costanzi).
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22208
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: «Mozart rifatto»

Messaggio da Berlioz » 30 apr 2009 19:16

mascherpa ha scritto:
prunier ha scritto:...l'Alfano originale.
Piacerebbe sentirlo anche a me, almeno una volta, ma anche lí, apriti cielo! Dall'epistolario di Marinuzzi s'evince che Clausetti & C. gl'imposero di non "rompere" piú con una richiesta cosí "eretica" già quando l'opera fu presentata al Colón (terzo, se non mi sbaglio, dopo la Scala e il Costanzi).
IO l'ho sentito a Pisa diversi anni fa, mi pare fosse il 2003 in una oscena produzione di CittaLirica.

Indubbiamente eseguito tutto è, di per sè, più coerente ma rimane comunque un corpo estraneo. Anche a voler essere buoni la musica di Alfano non regge proprio con quanto viene prima.

Ad Amsterdam l'anno prossimo Turandot con finale Berio
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Rispondi