Pagina 3 di 4

Re: Winterreise

Inviato: 04 dic 2009 18:43
da patrizia.f
Emanuele ha scritto:Io mi sono commosso abbondantemente con Quasthoff e Barenboim alla Scala, penso ci sia anche un dvd in giro. Più per Quasthoff che per B...
concordo pienamente. Una delle serate da ricordare per la vita.

Re: Winterreise

Inviato: 11 feb 2010 15:51
da mascherpa
pears ha scritto:Che dite invece di Goerne e Brendel?
Goerne e Brendel insieme mi fecero grandissima impressione qualche anno fa al Mozarteum, ma nel cosiddetto Schwanengesang, non nella Winterreise. In questa, invece, avevo sentito, nell'Uno o nel Due, Goerne a Milano con Justus Zeyen al pianoforte, ma non m'aveva emozionato in egual misura: direi troppo severo. Probabilmente la differenza (soggettiva) fu dovuta anche al diverso calore (o, meglio, Gemütlichkeit) delle due sale.

Re: Winterreise

Inviato: 31 ott 2011 14:16
da Ruan Ji
pierole ha scritto:
notung ha scritto:
Tra gli interpreti contemporanei, mi hanno detto molto bene di Thomas Quasthoff, ma io purtroppo non l'ho sentito dal vivo. (forse c'è un DVD con Barenboim, dovrei controllare)
Causa indisposizione lo scorso agosto a Salzburg Quasthoff non ha potuto cantare winterreise :(
In ogni caso e' stato sostituito da un pregevole Simon Keenlyside. Favoloso Pierre-Laurent Aimard.

Re: Winterreise

Inviato: 02 nov 2011 11:42
da mascherpa
Ruan Ji ha scritto:Favoloso Pierre-Laurent Aimard.
Questo pianista francese, che ho sentito la prima nel 1979 quand'era poco piú che ragazzo, favoloso è davvero quasi sempre, da Bach a Ligeti.

A lui e a Tamara Stéfanovich devo quello che è stato senza dubbio il piú emozionante concerto pianistico della mia "carriera d'ascoltatore": l'esecuzione integrale delle composizioni per uno e due pianoforti di Pierre Boulez al teatrino di Lucerna, mi pare nel 2006.

Re: Winterreise

Inviato: 02 nov 2011 15:33
da Ruan Ji
mascherpa ha scritto: Questo pianista francese, che ho sentito la prima nel 1979 quand'era poco piú che ragazzo, favoloso è davvero quasi sempre, da Bach a Ligeti.
Verissimo! e sara' a Shanghai il 25 novembre con un programma Debussy-Boulez-Liget-listz :clap:
speriamo che il capo non faccia il suo giretto in Cina proprio a fine novembre :|

Re: Winterreise

Inviato: 17 mar 2013 17:09
da umangialaio
Nel recital del prossimo 5 aprile alla Scala Matthias Goerne,accompagnato da Eric Schneider, canterà Die Winterreise.

U

Re: Winterreise

Inviato: 06 apr 2013 10:40
da umangialaio
Buon successo di pubblico ieri sera per l'esecuzione della Winterreise offerta al pubblico scaligero da Matthias Goerne ed Eric Schneider.

A me, seduto in un infelice posto di seconda fila di platea, non è piaciuto granché. Goerne mi è sembrato afflitto da seri problemi di respirazione, in parte contigenti visto il numero di volte che si è soffiato il naso con le mani, in parte dovuti, a mio avviso, a una problematica impostazione dell'uso del fiato. Ne è risultato un canto dinamicamente disomogeneo e non modulato al quale hanno potuto supplire solo relativamente le indubbie qualità attoriali e forse (ma forse) anche interpretative di Goerne, di cui mi ha colpito il volto proletario fassbinderiano.

Ulisse

Re: Winterreise

Inviato: 06 apr 2013 22:56
da sgubonius
Lo stato della voce non è impeccabile in effetti, e la respirazione appesantita, ma devo dire che ho trovato invece molto affascinante, in questo testo, questa forma di affaticamento. Mi affascina il fare "di necessità virtù"! Mi affascina l'artista che fa "ciò che può" ed in questo dà una verità di se stesso più che il talento smisurato che fa "ciò che vuole" perché è dotato.

Re: Winterreise

Inviato: 08 mag 2013 11:57
da umangialaio
Una chicca da Vienna (dono del blog catalano In fernem Land) registrata lo scorso 6 aprile: Jonas Kaufmann canta la Winterreise accompagnato al pianoforte da Helmut Deutsch.

http://rapidshare.com/files/934177212/W ... ufmann.mp3

Ulisse

Re: Winterreise

Inviato: 08 mag 2013 15:30
da Berlioz
Ruan Ji ha scritto: Favoloso Pierre-Laurent Aimard.
Ascoltato adesso per radio questo notevolissimo
György Ligeti 1923 - 2006
Öt Arany-dal (testo di Janos Arany) (1952)
Rosemary Hardy soprano, Pierre-Laurent Aimard pianoforte