SYLVIA alla Fenice

Si parla di danza classica
Rispondi
Avatar utente
matabr1967
Messaggi: 618
Iscritto il: 13 lug 2001 15:47
Località: Padova

SYLVIA alla Fenice

Messaggio da matabr1967 » 20 mag 2005 12:26

La settimana scorsa, per la rassegna DANZA 2005, la Fenice ha proposto il balletto di Léo Delibes SYLVIA, con l'allestimento e il Corpo di Ballo dell'Opéra di Parigi.

Sylvia ebbe la sua prima nel 1876 e la critica non fu molto favorevole, dato che rimpiangeva le meraviglie di Giselle, di ben trent'anni anteriore!
Il libretto riprende il poema AMINTA di Torquato Tasso, ma risulta un canovaccio, quindi non particolarmente attraente.

Questo balletto, contando la musica di due di quattro atti scritti per LA SOURCE, è il terzo balletto di Delibes, dopo COPPELIA.

La musica è splendida, con vari accenti quasi wagneriani: pensiamo che Ciaikovski riteneva Sylvia superiore al suo Lago dei Cigni!

Non ha mai avuto una vera coreografia ufficiale: la prima, di Mérante, non colpì particolarmente; nel novecento fu ripreso tra gli altri anche da Serge Lifar.

La versione proposta a Venezia ha la coreografia di John Neumaier: nulla rimane della storia, a parte le cacciatrici di Diana e i personaggi. La vicenda non ha tempo e narra la vicenda della protagonista in tre fasi della sua femminilità, dal diniego delle passioni, alla scoperta del suo essere donna fino alla maturità.

Ridotte all'osso le scene e musica registrata, peccato.

Tutto il corpo di ballo è stato molto convincente. la media dell'età dei ballerini è sui 25/30 anni: se ad alcuni non è piaciuto, credo che sia per le scelte registiche e coreografiche, non certo per la condotta degli artisti.

Alla fine, applausi scroscianti per tutti.

Prossimo appuntamento con la danza a luglio con la compagnia di PIna Bausch.


Saluti.
Matteo


"Conosco un Tizio con una gamba di legno di nome Smith..."
"Ah sì? E come si chiama l'altra gamba?"

(da Mary Poppins)

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Messaggio da alcarrega » 20 giu 2005 07:39

Caro Matteo,
mi viene in mente che qualche anno fa, ho scritto una breve recenzione del balletto Sylvia a Garnier, con i ballerini del'Opera di Parigi. E un balletto del Repertorio che viene ripreso molto regolarmente...
Anche se non in Italiano, eccola :

"Je veux aujourd'hui faire une profonde et incurable plaie en la dure poitrine de la plus cruelle nymphe qui ait jamais appartenu à la troupe de Diane."
Prologue d'Aminta, Pastorale du Tasse, 1573

Lavée de toute anecdote, la nouvelle version de Sylvia créée pour le Ballet de l'Opéra de Paris en 1997 par John Neumeier se déroule sans jamais se diluer dans le superflu. Seule compte ici la tragédie sous-jacente qui n'altère cependant pas la fraîcheur de l'ensemble ; même si inéluctablement le drame doit l'emporter.

Mêlant intrigue mythologique et roman du Tasse, la chorégraphie, en complète adéquation avec la musique, sans heurts, longueurs ni faute de goût, traduit parfaitement l'élégance du corps de ballet parisien. Neumeier use d'une poétique de l'image correspondant à la limpidité des lignes et des couleurs des décors "à la Magritte" (arbre bleu sur ciel vert) de Yannis Kokkos. Les Etoiles et Premiers danseurs du ballet ont trouvé un langage à leur image, gracieux et riche.

Les pas de deux, sensuels, disent la tendresse pudique de deux êtres et rythment ce mouvement fluide, comme une vague marine. C'est la pureté retrouvée d'une danse sacrée aux pieds d'un Olympe idyllique.

Anne Laure Carrega
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Re: SYLVIA alla Fenice

Messaggio da alcarrega » 20 giu 2005 07:40

matabr1967 ha scritto: Prossimo appuntamento con la danza a luglio con la compagnia di PIna Bausch.
Quale sarà? Una creazione?
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Avatar utente
matabr1967
Messaggi: 618
Iscritto il: 13 lug 2001 15:47
Località: Padova

Messaggio da matabr1967 » 20 giu 2005 12:19

Cara amica ballettofila, non ricordo se è una première, ma verrà eseguito "FüR die Kinder von Gestern, Heute und Morgen" (Per i bambini di ieri, oggi e domani).

Per dettagli, puoi consultare il sito della Fenice.


Saluti.
Matteo
"Conosco un Tizio con una gamba di legno di nome Smith..."
"Ah sì? E come si chiama l'altra gamba?"

(da Mary Poppins)

Avatar utente
alcarrega
Messaggi: 105
Iscritto il: 13 lug 2001 15:51
Località: Parigi, Francia
Contatta:

Messaggio da alcarrega » 20 giu 2005 17:15

Grazie Matteo!
Di solito, devo confessare che non vado pazza per Pina Bausch, ma ho visto il suo Sacra della Primavera, uno splendore! E mi ha veramente incuriosita del suo lavoro.
Je peux résister à tout... sauf à la tentation.
Oscar Wilde

Rispondi