Pop, Rock...e poi l'Opera????!!!! Un po' di rock....

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo
Rispondi
Avatar utente
notung
Messaggi: 19865
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Messaggio da notung » 17 set 2005 16:15

Gaberscik :D


La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

Avatar utente
pears
Messaggi: 4643
Iscritto il: 24 set 2004 19:30
Località: nella bella Verona

Messaggio da pears » 17 set 2005 19:25

Fra' Melitone ha scritto:
Inutile dire che ho tutti i dischi, peccato che ho perso le sue recite di Spoleto e di Torino, ma ahimè non ho -ancora- il dono dell'ubiquità.
a Verona ci fu l'esecuzione dei tre porcellini ("siam tre piccoli porcellin...") con tanto di maschere suine per rendere meglio l'idea...
"Ci capiamo noi due. Faremo colpo. (...) Sì voglio amarti tutta la vita!"
"Posso darti... del tu?"

Avatar utente
Lachmann
Messaggi: 3541
Iscritto il: 03 ago 2005 15:44
Località: Faenza

Messaggio da Lachmann » 18 set 2005 08:48

EnricoS ha scritto:Per quanto riguarda il thread aperto da Lachmann anch'io parto dal concetto che esistano solo DUE tipi di musica: quella bella e quella brutta.
Insomma, come dice Oscar Wilde nella Preface al Ritratto di Dorian Gray:
Non esistono libri morali o immorali; esistono libri scritti bene e libri scritti male.
D'accordissimo!
Io, del resto, adoro Battiato (soprattutto quello anni 80...), mi piacciono parecchio i Doors, e poi Céline Dion, Mariah Carey e i Beatles. Per non parlare di Piero Pelù (che secondo me ha una tecnica vocale, ovviamente nel suo genere, stupenda), Branduardi, Ivan Graziani, Battisti...
(Scusate l'ordine, assolutamente casuale...)
[img]http://www.operaclick.com/galleria/cpg1.2.1_standalone/albums/userpics/reneeboys.jpg[/img]

Avatar utente
SETTENOTE
Messaggi: 4630
Iscritto il: 22 apr 2004 05:37
Località: Lombardia

Messaggio da SETTENOTE » 18 set 2005 08:58

Lachmann ha scritto:
EnricoS ha scritto:Per quanto riguarda il thread aperto da Lachmann anch'io parto dal concetto che esistano solo DUE tipi di musica: quella bella e quella brutta.
Insomma, come dice Oscar Wilde nella Preface al Ritratto di Dorian Gray:
Non esistono libri morali o immorali; esistono libri scritti bene e libri scritti male.
D'accordissimo!....
E' come una banconota che nuova, senza pieghe "stirata" piace e, invece spiegazzata, storpiata, consunta, magari scarabocchiata, ......piace lo stesso. :wink:

SETTENOTE
[b][color=red]S[/color][color=black]E[/color][color=red]T[/color][color=black]T[/color][color=red]E[/color][color=black]N[/color][color=red]O[/color][color=black]T[/color][color=red]E[/color][/b]

Avatar utente
asklepio
Messaggi: 12935
Iscritto il: 08 ago 2005 00:18
Località: Pistoia

Messaggio da asklepio » 18 set 2005 14:18

credo possano coesistere tranquillamente più generi, senza che nessuno si scandalizzi. personalmente non mi dispiacciono i vari luca carboni, la mannoia, i pitura freska, elio e le storie tese, alcune cose di robbie williams o di samuele bersani. sono grave? :oops: :oops: :oops:
Prendete un'ostrica bella signora
alla buonora, alla buonora

Immagine

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 14713
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Messaggio da Tebaldiano » 19 set 2005 11:07

Ribadisco quello che dissi a suo tempo. Non esistono musiche di serie A e B. Esistono realtà musicali cosiddette pop o rock che fanno (o soprattutto hanno fatto) musica di altissima qualità.

Io ascolto Pink Floyd, King Crimson, Yes, Led Zeppelin, Deep Purple, primi Genesis, Who, Cure, Smiths, Joy Division, Siouxsie and the Banshees, XTC e, tra i più recenti, Pat Metheny e Radiohead.
Tra gli italiani mi piacevano molto i CSI.
Poi ascolto le colonne sonore di qualche musical e musiche (da film e non) di Michael Nyman, che peraltro ha composto anche due opere.

Chi scrive di qualsiasi genere musicale dovrebbe sapere di che cosa scrive. Non si può liquidare la musica cosidetta "pop" senza saperne nulla. L'ascolto di un cd dei King Crimson, ad esempio, è di una complessità pari per lo meno a quella di un'opera di Strauss. Non c'entra nulla con le canzonette, come invece forse pensa quel signore citato.
Immagine

Avatar utente
Figaroleo
Messaggi: 1257
Iscritto il: 02 apr 2005 07:23
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Figaroleo » 19 set 2005 13:09

Tebaldiano ha scritto:Ribadisco quello che dissi a suo tempo. Non esistono musiche di serie A e B. Esistono realtà musicali cosiddette pop o rock che fanno (o soprattutto hanno fatto) musica di altissima qualità.
Credo che la sentenza migliore sia quella attribuita al grande Kurt Weill:

"Non ho capito mai la differenza tra musica seria e musica leggera. Conosco solo buona musica e cattiva musica".

Son cresciuto a da piccolo i miei mi han tirato su a Pink Floyd, De Andre', Battisti, Guccini e Beatles e non mi son rovinato...

Adoro Elio e le Storie Tese, li trovo incredibili dal vivo (musicisti notevolissimi), tant'e' che li ho visti in concerto una decina di volte... e poi Max Raabe, Giorgia, Michael Buble', Depeche Mode, Nirvana, Soundgarten, Dido, Bersani....
E poi qualche anno fa Griminelli e Jan Anderson fecero un concerto insieme a Parma... io non c'ero, ma chi mi narro' dell'evento mi parlo di una netta superiorita' per il meno "accademico" dei due....
Lachmann ha scritto:Per non parlare di Piero Pelù (che secondo me ha una tecnica vocale, ovviamente nel suo genere, stupenda)
Confermo; nel lontano 1990 ero a fare il Servizio d'ordine per il Concerto a supporto del movimento studentesco della "Pantera"... all'epoca l'opera era ancora lontana dai miei interessi, si stava appena appena affacciando... ma ricordo un sound check in cui Piero scaldava la voce e si intuiva nettamente una discreta coscienza e padronanza dell'emissione... in quel periodo i Litfiba ricordo si cimentarono anche in esperimenti musical teatrali che forse abbandonarono per cavalcare l'onda del successo...
zerlina ha scritto:Ho persino assistito a un concerto dei mitici "Rockets" (i più giovani non sanno nemmeno chi sono scommetto! :lol: ).
Ricordo ricordo... tutti pittati di argento!
e i Kiss? chi li ricorda... Che tempi... che tempi....
E' nelle nazioni povere che il popolo e' agiato; e' nelle nazioni ricche che esso e' comunemente povero
[i]Destutt de Tracy[/i]
[url=callto://figaroleo]Skype Me![/url]
[url=http://www.nibbi.org][i][color=#000080]www.nibbi.org[/color][/i][/url]

Avatar utente
Lachmann
Messaggi: 3541
Iscritto il: 03 ago 2005 15:44
Località: Faenza

Messaggio da Lachmann » 20 set 2005 07:41

Fra' Melitone ha scritto:E' vero, ce l'ha su con chi chiama l'opera "la lirica" sostantivando in maniera sbagliata un aggettivo.
Beh, perché sarebbe sbagliato sostantivare l'aggettivo "lirica"??
In fondo la poesia greca di età arcaica è detta anch'essa LIRICA, sottintendendo "poesia". Archiloco, Ipponatte, Saffo, Anacreonte, Alceo, Tirteo, Mimnermo & C. sono detti fra l'altro LIRICI, sottintendendo "poeti".
Credo che sbertucciare chi dice "la LIRICA" sia un atteggiamento spocchioso.
[img]http://www.operaclick.com/galleria/cpg1.2.1_standalone/albums/userpics/reneeboys.jpg[/img]

Avatar utente
SETTENOTE
Messaggi: 4630
Iscritto il: 22 apr 2004 05:37
Località: Lombardia

Messaggio da SETTENOTE » 20 set 2005 07:51

Il Maestro Gianandrea Gavazzeni si "inalberava" quando sentiva dire "La Lirica". Amava che si dicesse "L'Opera Lirica" o semplicemente l'Opera o il Melodramma.

SETTENOTE
[b][color=red]S[/color][color=black]E[/color][color=red]T[/color][color=black]T[/color][color=red]E[/color][color=black]N[/color][color=red]O[/color][color=black]T[/color][color=red]E[/color][/b]

Avatar utente
Lachmann
Messaggi: 3541
Iscritto il: 03 ago 2005 15:44
Località: Faenza

Messaggio da Lachmann » 20 set 2005 10:39

SETTENOTE ha scritto:Il Maestro Gianandrea Gavazzeni si "inalberava" quando sentiva dire "La Lirica". Amava che si dicesse "L'Opera Lirica" o semplicemente l'Opera o il Melodramma.

SETTENOTE
Il fatto è che spesso, molto spesso, i luminari di una disciplina pretendono di poter cambiare i modi di dire della gente comune, e non si rendono conto che la loro è una battaglia contro i mulini a vento.

Ad esempio, il Prof. Enzo Degani, docente di Letteratura greca all'Università di Bologna fino alla sua prematura scomparsa nel 2000, raccomandava di dire "cinèma", con l'accento sulla "e", perché in greco quella vocale è lunga ecc. ecc.
Un suo collega gli disse un giorno: "Enzo, ma cosa dici ai tuoi ragazzi? Se un tuo allievo va da una ragazza e le chiede "Ti va di andare al cinèma?", quella lo prende per uno scemo, altro che andare al cinema con lui..."

Ovviamente, tutti dicono cìnema: l'uso e la consuetudine sono TIRANNI: oramai si dice LIRICA... Dato e non concesso che sia scorretto, oramai va così... 8)
[img]http://www.operaclick.com/galleria/cpg1.2.1_standalone/albums/userpics/reneeboys.jpg[/img]

Rispondi