Pagina 277 di 283

Re: Libro sul comò?

Inviato: 29 ago 2019 12:20
da Francescadarimini
Dato non trascurabile: pensateci bene: questo sostanzioso premio di ben 150.000 euro, come tanti altri-o tutti gli altri-di fatto , sia pure indirettamente,li paghiamo noi cittadini, attraverso le tasse .
Ne siete contenti?
Vi va bene ?
Pensateci bene!
Tolgo definitivamente il disturbo
Francescadarimini

Re: Libro sul comò?

Inviato: 29 ago 2019 15:18
da UltrasFolgoreVerano
Francescadarimini ha scritto:
27 ago 2019 12:36
Mi rispondo da sola : l'autrice in questione si è cuccata un sostanzioso premio di euro 150.000
Mica male ! Indovinate chi c'era in commissione !
Chi c’era?

Re: Libro sul comò?

Inviato: 29 ago 2019 16:11
da Ruan Ji
Francescadarimini ha scritto:
29 ago 2019 12:20
questo sostanzioso premio di ben 150.000 euro, come tanti altri-o tutti gli altri-di fatto , sia pure indirettamente, li paghiamo noi cittadini,
Ma la DeAgostini in quanto azienda privata non dovrebbe metterceli di tasca propria?

Re: Libro sul comò?

Inviato: 30 ago 2019 07:34
da mascherpa
Ruan Ji ha scritto:
29 ago 2019 16:11
Francescadarimini ha scritto:
29 ago 2019 12:20
questo sostanzioso premio di ben 150.000 euro, come tanti altri-o tutti gli altri-di fatto , sia pure indirettamente, li paghiamo noi cittadini,
Ma la DeAgostini in quanto azienda privata non dovrebbe metterceli di tasca propria?
Non escluderei a priori che le spese per premi siffatti siano deducibili dal reddito aziendale.

Re: Libro sul comò?

Inviato: 30 ago 2019 12:08
da marcob35
La maestra impunita

Si tranquilizzi il lettore di queste righe. Non si tratta di una delle 70 opere di Donizetti e nemmeno di un capolavoro riscoperto dallo Maesschtre che lo proporrà con la Cherubini, nelle sue Accademie in quel di Ravenna.
Parliamo solo ed ancora del libro di Beatrice Venezi di cui qui viewtopic.php?f=2&t=10334&start=2730#p707316
ed oltre ivi.

Ora: che uno si faccia propaganda passi, che annunci di essere stata folgorata sulla strada per Damasco dalle apparizioni di Kleiber e Bernstein pure, che si faccia promozione con l'Augias anche.
Se non sbarchi come musicista-diceva Meyerbeer-fai il critico-scrivano di cose musicali, ma almeno studia e dille per bene e giuste.

Ad aperturam-libri (pag. 108) si parla del "Nabucco", e naturalmente del Coro di schiavi ebrei, che, afferma la Nostra, venne letto subito in senso patriottico. Peccato che lo spartito del "Nabucco" fosse dedicato all'imperatrice d'Austria e che, come afferma un musicologo serio come Philip Gosset ("Dive e maestri"), non esistono prove di una interpretazione "patriottica" del "Va pensiero" se non dopo l'Unità d'Italia.

Insomma, come volevasi dimostrare. E basta con questa immagine falsa di Beppino proto-comunista!
Verdi era un proprietario terriero fierissimo e coi suoi servi della gleba, altro che. Insomma un Salvini ante-litteram. Quasi...


Re: Libro sul comò?

Inviato: 05 set 2019 13:27
da Misia
Ho finito "Baba Carapa", una gradevole raccolta di racconti di viaggio di Ferdinando Vicentini Orgnani, regista che tra l'altro ho il piacere di conoscere di persona. E ora sto leggendo "I leoni di Sicilia" di Stefania Auci, che all'inizio mi aveva lasciato un po' perplessa ma andando avanti con la lettura ha iniziato a prendermi, soprattutto per l'ambientazione siciliana.

Re: Libro sul comò?

Inviato: 05 set 2019 21:24
da Francescadarimini
Ho finito molto a stento "La doppia madre" di M. Bussi

Re: Libro sul comò?

Inviato: 06 set 2019 15:46
da Tosca
Sto leggendo "Esche vive" di Fabio Genovesi. Lo leggo piano perché me lo voglio far durare!
Consigliato a tutti ma specialmente ai toscani "di per in qua" vista la fantastica ambientazione nella piana pisana.

Re: Libro sul comò?

Inviato: 09 set 2019 11:08
da Tosca
Letto "La felicità familiare" di Tosltoj.
Bellissimo.
Incredibile come riesca a leggere nell'animo delle donne. Attualissimo. Lo consiglio alle "ragazze"!

Re: Libro sul comò?

Inviato: 09 set 2019 11:54
da Francescadarimini
Divina Tosca, sono completamente d'accordo :"La felicità familiare " , testo a me carissimo,a partire dalla mia ormai lontana giovinezza, è di una sorprendente attualità.