Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15620
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da il_bonazzo » 03 mar 2020 09:04

Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
02 mar 2020 22:49
daphnis ha scritto:
02 mar 2020 13:14
Chailly dà garanzie di un approccio serio (e in questo caso l'edizione integrale sia benvenuta! Mattioli, di nuovo giustamente, si augura la glassarmonica, e conoscendo Chailly penso sarà esaudito) e "questo" Donizetti penso rientri, anche meglio di Don Pasquale, nella attuale cifra stilistica del direttore musicale scaligero.
Più di ogni altra cosa, pretendo che la maledizione di Edgardo non venga (mai più) tagliata. :angry:
Anche perchè la frase completa è "Ah ma di Dio la mano irata vi disperda". Se si taglia la prima parte e si canta solo "Aaaaaahhhhhhh, vi dispeeerda" non vuol dire proprio niente.


"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Luca1966
Messaggi: 82
Iscritto il: 28 gen 2018 17:06

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da Luca1966 » 03 mar 2020 09:54

biancano ha scritto:
02 mar 2020 20:22
Luca1966 ha scritto:
02 mar 2020 19:47
biancano ha scritto:
02 mar 2020 18:54

Non credo che Kaufmann non canti Otello per le prove....Domingo nel 2001 aveva già da tempo lasciato il ruolo.... fu implorato da Muti di riprenderlo perché non si fidava del tenore originariamente prescelto.... J. C.
Chi era il tenore originalmente scelto?
Ripeto le iniziali già riportate J.C.....non è difficile pensando ovviamente ai tenori in auge nel 2001
José Carreras?!?

Filip
Messaggi: 22
Iscritto il: 02 lug 2015 11:27

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da Filip » 03 mar 2020 10:03

Sarà quel tenore, ancora oggi in carriera, con cui Muti ha inciso la Manon Lescaut.

Avatar utente
percy
Messaggi: 325
Iscritto il: 14 gen 2003 20:01
Località: Milano

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da percy » 03 mar 2020 10:21

il_bonazzo ha scritto:
03 mar 2020 09:04
Anche perchè la frase completa è "Ah ma di Dio la mano irata vi disperda". Se si taglia la prima parte e si canta solo "Aaaaaahhhhhhh, vi dispeeerda" non vuol dire proprio niente.
Cantare "Ah ma di Dio la mano irata" comporta con molta probabilità la rinuncia all'acuto...

min 1:40
Siamo sicuri di volerne fare a meno? :mrgreen:
"Sovra il sen la-a-a-a man mi posa..."

Avatar utente
notung
Messaggi: 20112
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da notung » 03 mar 2020 10:32

Lucia è un’opera meravigliosa, la prima in cui mi addormentai a teatro, nel 1963, avevo 8 anni. Trovo eccellente la scelta di inaugurare la stagione con questo titolo, vero e proprio caposaldo della cultura italiana. Spero che Chailly, di cui ho grande stima, lasci perdere le solite e ormai irricevibili pretese filologiche e si metta a disposizione della musica e del grande cast che ha a disposizione.
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

fracapi
Messaggi: 1942
Iscritto il: 29 set 2003 12:56

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da fracapi » 03 mar 2020 13:13

notung ha scritto:
03 mar 2020 10:32
Lucia è un’opera meravigliosa, la prima in cui mi addormentai a teatro, nel 1963, avevo 8 anni. Trovo eccellente la scelta di inaugurare la stagione con questo titolo, vero e proprio caposaldo della cultura italiana. Spero che Chailly, di cui ho grande stima, lasci perdere le solite e ormai irricevibili pretese filologiche e si metta a disposizione della musica e del grande cast che ha a disposizione.
sono daccordo .
Anche io ,per alcuni momenti mi appisolai , non avevo 8 anni ma molti di piu' . Era proprio alla Scala che la vidi per la prima volta . Mi scosse un po' dal torpore la concitazione con cui una cantante andava di qua e di la sulla scena ( June Anderson ) . A parte il sestetto che mi piacque molto non ricordo ( purtroppo ) molto di quella serata . Avevo incominciato ad andare all'opera giusto per fare qualcosa di diverso la sera. Poi mi sono abbastanza appassionato. In seguito ne ho visto tantissime di Lucie in tutti i teatri , dai piu' famosi a quelli piu' malandati ( una memorabile in Romania che chiamare "punizione punitiva " e' davvero riduttivo ) ,alla fine uscivo sempre abbastanza soddisfatto, perche' scoprivo ogni volta qualcosa in quell 'opera meravigliosa .
Per quanto mi riguarda e' l'opera delle opere , la numero 1 ,racchiude e riassume in se tutta la bellezza dell' Italianita' del "recitar cantando " .
E' ozioso dire se e' meglio la parte di questa o di quello o di quelli. Quest'opera ha tutto , arie individuali e d'insieme indimenticabili .
Con Lucia si fa' sempre una bella figura ,sia il teatro che la propone sia l'Italia. La scelta e' ottima.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da mascherpa » 03 mar 2020 13:15

notung ha scritto:
03 mar 2020 10:32
Spero che Chailly, di cui ho grande stima, lasci perdere le solite e ormai irricevibili pretese filologiche...
Sento dire sempre piú spesso che dietro alle contorsioni filologiche e a certe amenità di programmazione (non mi riferisco solo alla Scala e di certo non a titoli come la Lucia) ci sono precisi vantaggi nel taglio della torta-FUS.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

umangialaio
Messaggi: 1725
Iscritto il: 15 mar 2010 14:45
Località: Milano

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da umangialaio » 03 mar 2020 13:38

notung ha scritto:
03 mar 2020 10:32
... vero e proprio caposaldo della cultura italiana...
...ed europea, vista l'importanza che gioca nella racconto delle vicende di Emma Bovary.

U

Luca1966
Messaggi: 82
Iscritto il: 28 gen 2018 17:06

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da Luca1966 » 03 mar 2020 15:10

Filip ha scritto:
03 mar 2020 10:03
Sarà quel tenore, ancora oggi in carriera, con cui Muti ha inciso la Manon Lescaut.
José Cura!
Ha fatto bene Muti a "riesumare" per quel ruolo il già allora vecchio topone!

Avatar utente
mario
Messaggi: 902
Iscritto il: 05 ago 2010 12:06
Località: Cologno Monzese (MI)

Re: Lucia di Lammermoor per l'inaugurazione 2020-21 alla Scala

Messaggio da mario » 03 mar 2020 15:21

percy ha scritto:
03 mar 2020 10:21
il_bonazzo ha scritto:
03 mar 2020 09:04
Anche perchè la frase completa è "Ah ma di Dio la mano irata vi disperda". Se si taglia la prima parte e si canta solo "Aaaaaahhhhhhh, vi dispeeerda" non vuol dire proprio niente.
Cantare "Ah ma di Dio la mano irata" comporta con molta probabilità la rinuncia all'acuto...

min 1:40
Siamo sicuri di volerne fare a meno? :mrgreen:
se l'acuto è questo per quanto mi riguarda ci rinuncio molto volentieri

Rispondi