Coronavirus e teatri aperti

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 617
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da Giulio Santini » 14 mar 2020 18:09

ZetaZeta ha scritto:
14 mar 2020 17:13

State tranquilli, i casi infausti in queste condizioni toccano sempre alla povera gente, mai ai potenti.
Nella fattispecie non mi sembra così verissimo, almeno in tanto in quanto ci sono numerosi personaggi della politica e dell'alta amministrazione già contagiati (o comunque costretti alla quarantena)...



Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da mascherpa » 14 mar 2020 18:56

Giulio Santini ha scritto:
14 mar 2020 16:52
...sebbene i fatti abbiano poi sempre ragione sul diritto, in queste circostanze, ed esista una sorta di potere di deroga...
....
...Non trovo così di pessimo gusto parlare di casi infausti che riguardino non già persone determinate, ma la titolarità di cariche...
Prevedere un potere di deroga, e in termini non chiarissimi, vuole appunto dire, secondo me, saperla molto lunga...
....
Sarebbe vero, se non fosse un po' astruso attribuire il carattere di "titolarità di carica" all'essere, sia anche genericamente, "artista"; e impossibile attribuirlo all'essere 'un grande direttore verdiano italiano qui residente"... Quindi a mio parere, il pessimo gusto del Garganese resta evidente.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 617
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da Giulio Santini » 14 mar 2020 19:19

mascherpa ha scritto:
14 mar 2020 18:56
Sarebbe vero, se non fosse un po' astruso attribuire il carattere di "titolarità di carica" all'essere, sia anche genericamente, "artista"; e impossibile attribuirlo all'essere 'un grande direttore verdiano italiano qui residente"... Quindi a mio parere, il pessimo gusto del Garganese resta evidente.
Infatti mi riferivo piuttosto alla carica del papa, che non a quella di direttore di un'importante orchestra oltreoceano...

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da mascherpa » 14 mar 2020 20:16

Giulio Santini ha scritto:
14 mar 2020 19:19
mascherpa ha scritto:
14 mar 2020 18:56
Sarebbe vero, se non fosse un po' astruso attribuire il carattere di "titolarità di carica" all'essere, sia anche genericamente, "artista"; e impossibile attribuirlo all'essere 'un grande direttore verdiano italiano qui residente"... Quindi a mio parere, il pessimo gusto del Garganese resta evidente.
Infatti mi riferivo piuttosto alla carica del papa, che non a quella di direttore di un'importante orchestra oltreoceano...
,
Peccasti quindi per omissione, figliuolo, non per intenzione. Ma peccasti.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

ZetaZeta
Messaggi: 742
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da ZetaZeta » 14 mar 2020 23:35

Giulio Santini ha scritto:
14 mar 2020 18:09
ZetaZeta ha scritto:
14 mar 2020 17:13

State tranquilli, i casi infausti in queste condizioni toccano sempre alla povera gente, mai ai potenti.
Nella fattispecie non mi sembra così verissimo, almeno in tanto in quanto ci sono numerosi personaggi della politica e dell'alta amministrazione già contagiati (o comunque costretti alla quarantena)...
I casi infausti sono quelli mortali, non il semplice contagio.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da mascherpa » 15 mar 2020 05:53

ZetaZeta ha scritto:
14 mar 2020 23:35
...i casi infausti in queste condizioni toccano sempre alla povera gente, mai ai potenti.
Questo concetto dei "cenci all'aria", che nemmeno Manzoni applica alla sua pestilenza, appare invece squisitamente in linea con un tetragono criterio di gestione dei crack aziendali: tra i creditori delle amministrazioni controllate o in liquidazione, le banche hanno, e da un bel pezzo, la precedenza sui dipendenti e i loro diritti previdenziali, perché eventuali eccessive "sofferenze" di esse potrebbero mettere a repentaglio la continuità della produzione (e anche, ben s'intende, certi fondi manovrabili dai referenti politici dei loro consigli d'amministrazione). I fornitori di beni e servizi sono, nel contesto, dei paria.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 617
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da Giulio Santini » 16 mar 2020 14:41

ZetaZeta ha scritto:
14 mar 2020 23:35

I casi infausti sono quelli mortali, non il semplice contagio.
Il professor Schlesinger, l'architetto Gregotti, il colonnello dello Stato maggiore della difesa...
Ultima modifica di Giulio Santini il 16 mar 2020 18:00, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
mario
Messaggi: 902
Iscritto il: 05 ago 2010 12:06
Località: Cologno Monzese (MI)

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da mario » 16 mar 2020 17:39

Giulio Santini ha scritto:
16 mar 2020 14:41
ZetaZeta ha scritto:
14 mar 2020 23:35

I casi infausti sono quelli mortali, non il semplice contagio.
Il professor Schlesinger, l'architetto Guidotti, il colonnello dello Stato maggiore della difesa...
Gregotti?

Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 617
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da Giulio Santini » 16 mar 2020 18:00

Che scemo, sì... (confesso che era un nome a me non familiare, a differenza di Schlesinger - il cui manuale mi èsempre stato di grande aiuto).

Luca1966
Messaggi: 82
Iscritto il: 28 gen 2018 17:06

Re: Coronavirus e teatri aperti

Messaggio da Luca1966 » 16 mar 2020 18:25

Ciao a tutti,
ho dei biglietti de La scala e del Regio di Torino.
La Scala mi ha risposto:
in ottemperanza alle norme in materia di contenimento del contagio da Covid-19, il Teatro alla Scala ha sospeso le rappresentazioni e l’attività artistica fino al giorno 3 aprile e tutte le date di questi titoli:
• Opera Il turco in Italia;
• Opera Salome;
• Balletto Madina;
• Concerto Sinfonico M° Zubin Mehta (7, 10 e 12 marzo);
• Recital Ekaterina Semenchuk;
• Recital Marcelo Alvarez;
• Coro di Voci Bianche dell'Accademia Teatro alla Scala (1° marzo);
• La Cenerentola per i bambini (22 marzo, 4 e 5 aprile);
• Concerto Piccola Filarmonica (5 aprile).
I biglietti elettronici (pdf) acquistati online per gli spettacoli annullati sopra elencati verranno rimborsati automaticamente con riaccredito dell’importo sulla stessa carta di credito utilizzata per l’acquisto.
Le operazioni di rimborso saranno effettuate a partire dal mese di aprile e richiederanno almeno tre mesi per essere completate, vi ringraziamo per la comprensione.

Il Teatro alla Scala comunicherà non appena possibile tutte le informazioni relative alla nuova programmazione degli spettacoli in via di definizione.
Tutte le informazioni saranno pubblicate anche sul sito www.teatroallascala.org e sui social media del Teatro.
La Fondazione Teatro alla Scala desidera ringraziare tutto il pubblico per il supporto dimostrato.
________________________________________

Sapete qualcosa delle modalità e dei tempi del rimborso del Regio di Torino?

Rispondi