stagioni 2020/2021

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22199
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da Berlioz » 25 feb 2020 12:32

violamargherita ha scritto:
25 feb 2020 11:50
Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
25 feb 2020 11:08
Stagione golosissima.
Sono curiosissimo di vedere che fa Tcherniakov con Aida, pure!
Stagione funestata da presenze imbarazzanti sul podio, prima tra tutte colui che dirigerà proprio Aida.
Bah, non esaltante quanto a direttori, ma in questo non si scosta dalle stagioni precedenti...un sacco di nomi a me sconosciuti


Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da mascherpa » 25 feb 2020 12:51

Berlioz ha scritto:
25 feb 2020 12:30
Martino Badoéro di Sanval ha scritto:
25 feb 2020 11:08

Sono curiosissimo di vedere che fa Tcherniakov con Aida, pure!
Cosa vuoi che faccia, c'e' una guerra di mezzo...
Anzi due...
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

daphnis
Messaggi: 1899
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da daphnis » 25 feb 2020 23:48

Credo sia difficile, stavolta, favorevoli o no che si sia agli interventi di Violamrgherita, darle torto sulla grossa riserva preventiva sul direttore di quell'Aida (poi, chissà, magari saremo smentiti... è pur possibile che l'attuale, triste Trovatore scaligero non sarebbe stato peggiore con Battistoni sul podio: certo più divertente...).
Quanto a Tcherniakov, tuttavia, attenzione: non so se rifaccia o riprenda la sua regia, ma c'è un precedente, forse anche parzialmente disponibile online, youtube o altro. Cioé, l'Aida strepitosamente diretta da Teodor Currentzis sulla sua regia, anni fa (2004) a Novosibirsk. Da quel che io ho solo intravisto e "intraudìto" era qualcosa di... provocatorio quanto volete, ma fantastica!

marco vizzardelli

Avatar utente
Martino Badoéro di Sanval
Messaggi: 2103
Iscritto il: 17 giu 2007 15:06
Località: Bussolengo

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da Martino Badoéro di Sanval » 26 feb 2020 00:21

daphnis ha scritto:
25 feb 2020 23:48
Quanto a Tcherniakov, tuttavia, attenzione: non so se rifaccia o riprenda la sua regia, ma c'è un precedente, forse anche parzialmente disponibile online, youtube o altro. Cioé, l'Aida strepitosamente diretta da Teodor Currentzis sulla sua regia, anni fa (2004) a Novosibirsk. Da quel che io ho solo intravisto e "intraudìto" era qualcosa di... provocatorio quanto volete, ma fantastica!

marco vizzardelli
Per ora pare essere annunciato un nuovo allestimento. Ho sentito parlare di questa Aida al limite del leggendario, specie per il direttore alle prese con un repertorio estraneo a quello cui oggi siamo oggi abituati a sentirlo.
Non posso credere che un fatto del genere sia accaduto in un posto così tranquillo come Cabot Cove...

daphnis
Messaggi: 1899
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da daphnis » 26 feb 2020 01:00

Qualche impressionante frammento, pur precario nella registrazione, è su youtube.
Ti dirò che la mia prima esperienza-live di Teodor Currentzis fu l'incredibile sua direzione di un Don Carlo parigino (sempre primi anni 2000) con regia vecchiotta e riciclata e compagnia di canto varia ed eventuale, ma favoloso in una lettura direttoriale nella quale il concetto di Inquisizione "colava" letteralmente dalla musica, in maniera talmente intensa da farne (e non è sbagliato, se ci pensi) l'opera del Grande Inquisitore. Credo l'avesse chiamato a Parigi Gerard Mortier che, discutibile quanto si vuole ma geniale dirigente di teatro, aveva dimostrato occhio lungo...
E, con Tcherniakov, Currentzis vantò poi un Macbeth, ovviamente discusso eppure rimasto leggendario, almeno per coloro che lo approvarono.


marco vizzardelli

P.s. Ecco qui, appunto, un frammentino di quella Aida: tutto si può discutere ma non, direi, l'intensità inconsueta di ciò che l'occhio e l'orecchio "intuiscono", questi prigionieri e questo Amonasro scovato da un' Aida bionda e i toni che Currentzis e Tcherniakov davano al tutto ...
Certo, ad Amsterdam, Battistoni non è, alla carta, una garanzia di finezze, ma non è un insensibile o un irreattivo e ha, qua e là, del "geniaccio"; a Genova, tanti gli riconoscono, quanto meno, un gran temperamento, qualora non "debordi" non escluderei, anzi, una resa superiore alle nostre attese una volta messo a contatto con una personalità quale quella di Tcherniakov

https://youtu.be/b6k1RPpOHUA

violamargherita
Messaggi: 1335
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da violamargherita » 26 feb 2020 11:07

daphnis ha scritto:
26 feb 2020 01:00
Qualche impressionante frammento, pur precario nella registrazione, è su youtube.
Ti dirò che la mia prima esperienza-live di Teodor Currentzis fu l'incredibile sua direzione di un Don Carlo parigino (sempre primi anni 2000) con regia vecchiotta e riciclata e compagnia di canto varia ed eventuale, ma favoloso in una lettura direttoriale nella quale il concetto di Inquisizione "colava" letteralmente dalla musica, in maniera talmente intensa da farne (e non è sbagliato, se ci pensi) l'opera del Grande Inquisitore. Credo l'avesse chiamato a Parigi Gerard Mortier che, discutibile quanto si vuole ma geniale dirigente di teatro, aveva dimostrato occhio lungo...
E, con Tcherniakov, Currentzis vantò poi un Macbeth, ovviamente discusso eppure rimasto leggendario, almeno per coloro che lo approvarono.


marco vizzardelli

P.s. Ecco qui, appunto, un frammentino di quella Aida: tutto si può discutere ma non, direi, l'intensità inconsueta di ciò che l'occhio e l'orecchio "intuiscono", questi prigionieri e questo Amonasro scovato da un' Aida bionda e i toni che Currentzis e Tcherniakov davano al tutto ...
Certo, ad Amsterdam, Battistoni non è, alla carta, una garanzia di finezze, ma non è un insensibile o un irreattivo e ha, qua e là, del "geniaccio"; a Genova, tanti gli riconoscono, quanto meno, un gran temperamento, qualora non "debordi" non escluderei, anzi, una resa superiore alle nostre attese una volta messo a contatto con una personalità quale quella di Tcherniakov

https://youtu.be/b6k1RPpOHUA
Quell'Aida di Novosibirsk è l'Aida delle Aide! Mamma mia! Cosa avrei dato per esserci!

albertoemme
Messaggi: 1187
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da albertoemme » 26 feb 2020 12:33

Quell'Aida di Novosibirsk è l'Aida delle Aide! Mamma mia! Cosa avrei dato per esserci!
[/quote]
Ma cosa dici: senza un'adeguata scorta di pasta, parmigiano, vino andante e vino di qualità per eventuali festeggiamenti, un'estemporanea partecipazione avrebbe potuto compromettere la tua preziosa salute.-
Ultima modifica di albertoemme il 26 feb 2020 12:56, modificato 1 volta in totale.

violamargherita
Messaggi: 1335
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da violamargherita » 26 feb 2020 12:56

albertoemme ha scritto:
26 feb 2020 12:33
Ma cosa dici: senza un'adeguata scorta di pasta, parmigiano, vino andante e vino di qualità per eventuali festeggiamenti la tua partecipazione avrebbe potuto compromettere la tua preziosa salute.-
Intanto sedici anni fa je l'ammollavo a tutti voi, primo. Secondo: sento dire tutto il giorno che in fondo coi virus muoiono solo gli/le ultraottantenni, tiè! Per il resto, come te anch'io preferisco il parmigiano reggiano al grana padano.

albertoemme
Messaggi: 1187
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da albertoemme » 26 feb 2020 13:06

see...perché non si può abusare del "placet experiri", ma io, confidando nella tua leggendaria longevità, ti avrei mandato in Cina, sicuro che il virus una volta scambiato con te qualche opinione musicale, avrebbe velocemente iniziato a decomporsi, senza nemmeno avere il tempo di recitare il monologo di Fedra.-

richidottore
Messaggi: 33
Iscritto il: 09 giu 2010 14:42

Re: stagioni 2020/2021

Messaggio da richidottore » 02 mar 2020 18:59

Lucia di Lammermoor titolo inaugurale della Scala 2020. Chi conosce altri titoli i fieri?

Rispondi