Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
albertoemme
Messaggi: 1187
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da albertoemme » 25 feb 2020 22:18

Nessuno credo possa dire che Domingo sia stato uno stinco di santo, tuttavia quello che è antipatico è la deriva che sembra legittimare chi parecchio tempo fa in ossequio al vecchio principio per cui nel mondo dello spettacolo per sfondare devi farti (omissis) non ha avuto adeguata contropartita, viene ora rimesso in termini per rivendicazioni poco nobili perché opportunistiche sia che favoriscano la loro visibilità, sia che ritardino di un po’ l’incomodo giorno del
loro default.-



daphnis
Messaggi: 1895
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da daphnis » 25 feb 2020 23:17

Sono due notizie che non c'entrano - forse - fra loro. Ma praticamente contemporanee. Processo Weinstein ed esternazione Domingo.
Esternazioni catastrofiche di tale prof.sa americana Nancy nonmiricordocomesichiama sul coronavirus, e una certa stampa italiana già ci si appende. Mi direte, sei stupido, sei dietrologo, tutto quel che volete. Tuttavia, senza andare oltre con deduzioni... posso esprimere il pensiero che, in questo momento, tutto ciò che "esce" da da matrice "made in Usa" sta trasformando il mondo in un inferno di cui "loro" sarebbero, in ogni questione in ogni frangente, i buoni i salvatori i crociati della morale, della salute, del buon costume, là dove vivere da questa parte del Mondo diventa -appunto - sempre più un inferno? Davvero, non voglio andar oltre. Ma è un mondo che non mi quaglia, così come è orientato e si lascia orientare.
Provo una grande stanchezza.


marco vizzardelli

albertoemme
Messaggi: 1187
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da albertoemme » 26 feb 2020 12:27

Ti rammento carissimo Daphnis che a noi italiani, in momenti di stanchezza e pigrizia, l'innata fantasia e creatività prende il volo.-

Avatar utente
Berlioz
Messaggi: 22199
Iscritto il: 03 giu 2003 11:36
Località: Amsterdam

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da Berlioz » 26 feb 2020 18:25

Ante la gravedad de los hechos y tras las declaraciones de Plácido Domingo en las que asume la plena responsabilidad de sus acciones, el Instituto Nacional de las Artes Escénicas y de la Música (Ministerio de Cultura y Deporte), en solidaridad con las mujeres afectadas y haciendo efectiva esa responsabilida reconocida por el artista, toma la decisión de cancelar su presencia en las actuaciones previstas en el Teatro Nacional de la Zarzuela para el 14 y 15 de mayo próximos. En todo caso, las funciones de Luisa Fernanda se mantendrán en la programación del tearo. El INAEM y el Ministerio de Cultura y Deporte manifiestan su firme apoyo a las mujeres y el rechazo a todo tipo de acoso, comportamiento abusivo o expresión de dominación.
Al sesso non si applica il Principio di Esclusione di Pauli.

daphnis
Messaggi: 1895
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da daphnis » 27 feb 2020 03:36

Ripeto, provo una grande stanchezza. Spero in tempi migliori. Resto dubbioso, molto dubbioso, che questa problematica stia facendo crescere qualcosa di buono. Ad esempio, nessuno, di questi tempi, sta neppur di striscio sondando la problematica opposta. Ho, molto vicini, nella mia vita, esempi di uomini - maschi - letteralmente sedotti e psicologicamente massacrati. Eccome, ma non se ne parla.
Torneremo ad un momento in cui maschi e femmine saranno amici?
E... sì, d'istinto, scusatemi e disapprovate pure, ma io rimango più vicino a Domingo, che a tutto il resto. Ciascuno e ciascuna dovrebbe guardar bene alla sua coscienza...
Non riesco, non riesco, non riesco - con tutta la mia buona volontà - a provar simpatia per quelle accusatrici, né per i tempi né per i modi. Ciò non esclude gli sbagli di lui. Ma... d'istinto non riesco a trovarle simpatiche. Meno ancora dopo quest'ultima "ammissione" di lui, sulla quale eviterei una presa di posizione superficiale

marco vizzardelli

Avatar utente
notung
Messaggi: 20111
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da notung » 27 feb 2020 10:02

daphnis ha scritto:
27 feb 2020 03:36
Ho, molto vicini, nella mia vita, esempi di uomini - maschi - letteralmente sedotti e psicologicamente massacrati. Eccome, ma non se ne parla.

marco vizzardelli
Guarda che una rottura di cog.lioni è diversa da una molestia. Questo messaggio te lo potevi proprio evitare. Opinione personale di Paolo Bullo, non di un moderatore.
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

Avatar utente
il_bonazzo
Messaggi: 15619
Iscritto il: 03 lug 2002 14:21
Località: Pescara

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da il_bonazzo » 27 feb 2020 10:14

Precisazione della precisazione:

Plácido Domingo – México 2.27.2020
I feel I must issue a further statement to correct the false impression generated by my apology in some of the articles reporting on the AGMA investigation.
My apology was sincere and heartfelt, to any colleague who I have made to feel uncomfortable, or hurt in any manner, by anything I have said or done. As I have said it repeatedly, it was never my intention to hurt or offend anyone.
But I know what I have not done and I'll deny it again. I have never behaved aggressively toward anyone, and I have never done anything to obstruct or hurt anyone’s career in any way. On the contrary, I have devoted much of my half century in the world of opera supporting the industry and promoting the career of countless singers.
I am grateful to all the friends and colleagues that, up until now, have believed in me and supported me through these difficult moments. In order to spare them harm or any additional inconvenience, I have decided to withdraw from my upcoming performances of La Traviata at the Teatro Real in Madrid.
Furthermore, I will withdraw from the engagements in which theaters and companies find it difficult to carry out those commitments. On the other hand, I will fulfill all my other commitments wherever circumstances permit it.
"Spengi quella telecamera! Spengila, t'ho detto!!!"
Immagine

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14274
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da mascherpa » 27 feb 2020 10:41

daphnis ha scritto:
27 feb 2020 03:36
Torneremo ad un momento in cui maschi e femmine saranno amici?
Secondo me la domanda trascura un aspetto essenziale della quistione: le Sieglinde non hanno bisogno di tornare ad essere amiche dei Siegmund perché non hanno mai smesso d'esserne amicissime; per contro, non sussistono molte probabilità che un giorno, anche lontano, comincino a esserlo dei Hunding: verso i quali, da che mondo è mondo, si sempre mostrate un filino insofferenti.

Direi, però, che negli ultimi tempi sia un po' cambiata la modalità di autocompensazione della donna per la violenza maschile, reale o millantata che sia: mesi fa ne ha scritto benissimo qualcuno, descrivendo in non so piú quale thread la situazione negli USA. Molti giuristi, d'altra parte, considerano un grande progresso che sia caduto in disuso il concetto, senza dubbio accomodante al limite dell'imbarazzo, di dedizione ultronea. E ormai sembra dominare in ogni sede quello che i vecchi civilisti chiamavano lo "stragiudiziale"... Quindi un bell'assegno, o ancor meglio una bella mazzetta possono mettere a posto tante cose, non importa se seccature o indigenze (in italiano classico: "sgrana bene, e ritiro la denuncia").

Se, invece, proprio s'è convinti che oggi domini una profonda inimicizia tra i sessi maschile e femminile (personalmente non me ne sono mai accorto, ma il mio angolo di visuale è forse démodé per ben piú d'un aspetto), non resta che auspicare il ritorno al matriarcato poliandrico, come vigeva prima della malaugurata scoperta del ruolo del maschio nella riproduzione animale: come sappiamo tutti, o quasi, fu essa scoperta la conseguenza d'avere iniziato, circa settemila anni fa nella parte allora piú "evoluta" dell'Europa, lo sterminio dei tori, dopo che s'era osservato, senza possibile smentita, che siffatti animali, grandi consumatori di cibo e proverbiali attaccabrighe, non solo non sfornavano vitelli, ma neppure producevano latte. Una pura passività, quindi da abbattere quanto prima.

I guru dell'economia esistono da sempre. Di solito trascurano qualche elemento che si poteva giurare essere secondario. Quella volta, non avevano consultato le mucche.
Ultima modifica di mascherpa il 27 feb 2020 12:40, modificato 1 volta in totale.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

daphnis
Messaggi: 1895
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da daphnis » 27 feb 2020 10:52

Ma perché, scusa, con tutto il rispetto, notung?
Chiederei, soltanto, un po' più di serenità, non mi sembra fuori luogo: molte donne intelligenti stanno cominciando a dire che la guerra dei sessi è una fase che andrebbe superata. Invece - in base ai messaggi di una matrice tipicamente anglosassone - continua lo scontro frontale.


marco vizzardelli

p.s. Comunque, se quest'ultimo comunicato di Domingo, che appare subito dopo l'altro, è una strategia di avvocati, o anche se non lo è, genera un senso di confusione. Boh.

daphnis
Messaggi: 1895
Iscritto il: 17 mag 2014 10:01

Re: Domingo 50 anni alla Scala, standing ovation e ironia

Messaggio da daphnis » 27 feb 2020 11:01

"Direi, però, che negli ultimi tempi sia un po' cambiata la modalità di autocompensazione della donna per la violenza maschile, reale o millantata che sia: mesi fa ne ha scritto benissimo qualcuno, descrivendo in non so piú quale thread la situazione negli USA".


Giustissimo, e interessante tutta la considerazione. Ma qui, più che con Sieglinde, Sigmund e Hunding, mi pare che si abbia a che fare con Mary, John e Jack (Jules et Jim è invece lontano le mille miglia: non so se mi spiego). Continuo a domandarmi: il resto del Mondo deve sottostare, qualunque cosa accada, si tratti di me-too o di virus (proprio oggi abbiamo Trump in farneticazione sull'argomento), a tutte le fobie americane lanciate nel Mondo stesso?
Qualcuno la chiamerà "cultura dominante". Ma è proprio il caso che domini?


marco vizzardelli

Rispondi