Tosca all’Opera di Roma

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
marco_
Messaggi: 340
Iscritto il: 21 gen 2018 14:19

Tosca all’Opera di Roma

Messaggio da marco_ » 12 dic 2019 23:18

Una Tosca godibile stasera al Costanzi.

Non conoscevo Pier Giorgio Morandi, che dal podio ricerca un suono pulito e flessuoso, e stilisticamente dà prova di equilibrio. Inoltre ha rispetto assoluto delle voci. Niente male il primo atto, un po’ anonimo il secondo, bravo nel terzo. Ottima l’orchestra, che suona con orgoglio a memoria quest’opera, e sa trovare ogni volta lo smalto giusto a prescindere dalla bacchetta. Coro impeccabile per la seconda produzione consecutiva, forse sta uscendo da un tunnel piuttosto buio.

La Monastyrska nel titolo del ruolo era per me il motivo di richiamo. Voce e gusto sono senz’altro più adatti in Verdi, dove con la guida di Pappano l’ho sentita fare meraviglie; in Puccini le manca l’emotività naturale di una Dessì o di una Price, inoltre nel canto di conversazione è troppo marcata la sua pronuncia dell’Est. Eppure ha fatto bene. Mai urla, sforza o gonfia la voce: prova del nove ‘Egli vede ch’io piango’ in climax che riempie la sala senza artifici. Oppure il filato in chiusura di ‘Vissi d’arte’ è magnifico, segno che domina emissione e dinamiche del suo strumento ampio. È una ragazza umile e di sanissimi principi, pur mancandole doti da attrice mette se stessa in Tosca risultando credibile come donna di fede sensibile e generosa.

Berrugi e Sgura sono habitué dei rispettivi ruoli in questa sala, e grazie forse al direttore di bel gusto e alla partner di lusso hanno cantato meglio del solito: non vantano voci ampie né particolarmente belle, ma hanno compensato con ordine nella linea di canto e ricerca approfondita della parola.

Provo un senso di dolcezza ogni volta che rivedo scene e costumi creati da Hohenstein 119 anni fa, datati nelle prospettive esagerate e nel mobilio ma contemporanei nell’entrare in risonanza con la musica... in particolare i colori pastello dei fondali dipinti.



Rispondi