'Winter journey' a Palermo

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

'Winter journey' a Palermo

Messaggio da mascherpa » 05 dic 2019 10:17

I due mesi trascorsi non dovrebbero lasciare passare sotto silenzio la recensione (vedi: http://www.operaclick.com/recensioni/te ... er-journey) che Caterina De Simone ha dedicato di recente allo spettacolo di Roberto Andò rappresentato il 4 ottobre al Massimo di Palermo.

Lo avevo visto anch'io, e condivido quasi alla lettera tutto quel che ha scritto Caterina. Di mio aggiungo solo che sarei molto contento d'assistere a un Rheingold con gli effetti subacquei realizzati da chi ha curato i video per il lavoro con la "colonna sonora" di Einaudi... E che, più che in senso tradizionale, la violenza del Politician si può intendere, conformemente a quel che è oggi diventato comune sulla scorta d'un certo nefando ma straordinario maestro (il vero "vincitore ideologico" della Seconda guerra mondiale, a mio parere), come metodo di persuasione coercitiva basato sulla ripetizione infinita e imperturbabile d'affermazioni indifferenti ai fatti reali, ma puramente finalizzate al conseguimento del consenso immediato ed emotivo.

Anche la presenza e le reazioni del pubblico della prima sera erano state simili a quelle descritte nella recensione. La musica non è, come aveve già capito, imperdibile, ma in sé lo spettacolo merita; quindi spero che anche a Napoli avrà successo.


Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Tosca
Messaggi: 28306
Iscritto il: 13 lug 2001 14:27
Località: Viareggio

Re: 'Winter journey' a Palermo

Messaggio da Tosca » 05 dic 2019 11:34

Ho visto anch'io Winter Journey: molto bello "visivamente" e, per me, musicalmente "abbastanza" inutile.
Inoltre ho trovato che sia stata un po' una ruffianata imperniare lo spettacolo sulle immigrazioni: è gioco facile cercare successi su un problema di grande attualità, di grande risonanza e di dimensioni madornali come questo, senza scavare in profondità ma solo "raccontando una storia" e, per di più, "giocando in casa": a Palermo il tutto è così vicino e drammaticamente quotidiano.

Non conoscevo Andò, mi piacerebbe vedere qualche altro suo lavoro.
Immagine

Mala tempora currunt sed peiora parantur

Marilisa Marilì Lazzari

Avatar utente
Giulio Santini
Messaggi: 622
Iscritto il: 02 mar 2016 17:29

Re: 'Winter journey' a Palermo

Messaggio da Giulio Santini » 05 dic 2019 11:37

Di Andò si può anche leggere un romanzo molto interessante come "Il trono vuoto", che ebbe anche il pregio di una tempestività profetica, oltre che guardare i film che sono di buona mano...

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: 'Winter journey' a Palermo

Messaggio da mascherpa » 05 dic 2019 13:16

Tosca ha scritto:
05 dic 2019 11:34
...un po' una ruffianata...
Il tuo acidulo commento m'induce a qualche considerazione:

a) era senz'altro "più tranquillo" presentare lo spettacolo a Palermo, dove la gente ha piú occasione di vedere le cose come stanno, e dove gl'immigrati di pelle scura (molto numerosi) ci sono apparsi, vero o falso che sia, meglio accetti che qui al Nord; lo sarebbe stato molto meno presentarlo in una delle opulente province che oggi si vantano d'una certa patetica scimmiottatura dell'illegalità organizzata, conosciuta sotto il nome di "autocontrollo del vicinato";

b) l'aspetto che tu chiami "ruffiano" potrebbe derivare dal carattere di mera cronaca di quel che avviene sulla scena, sempre fin troppo prevedibile. Senza dubbio non c'è un approfondimento legato alla musica, che a mio parere svolge una funzione di contorno. Il referente non è meno complesso di quelli del Don Carlo o del Wozzeck o del Billy Budd, ma Ludovico Einaudi (del quale, prima del 4 ottobre, non avevo mai sentito una nota) non sembra interessato ad approfondirlo come fecero Verdi, Berg e Britten;

c) paradossalmente, vista da un "nordico" che, tranne i quindici mesi d'un comodissimo servizio miltare, ha sempre abitato e lavorato al Nord, e certi enormi problemi non li ha mai vissuti direttamente sulla propria pelle, la parte piú "attuale" del testo è quella sullo sfruttamento politico della questione: sai bene che per me i modelli del Politician sono individui piú rivoltanti di qualsiasi immigrato sbattuto come «mostro in prima pagina», ma questo non toglie che sia drammaturgicamente debole presentare il Man come una figura ideale. Forse il sentore di "ruffianeria" deriva proprio da questa impostazione: il Don Giovanni non starebbe in piedi se Da Ponte e Mozart avesse presentato il protagonista come solo simpatico o solo reprobo.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16718
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: 'Winter journey' a Palermo

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 05 dic 2019 14:08

Francamente mi piacerebbe sapere in che modo, alquanto semplicistico, si afferma che gli immigrati sono più accetti a Palermo che al Nord. :shock:

Sui “nordici, i problemi derivanti dall’immigrazione sono lo stesso noti e se ne occupano semplicemente grazie alle associazioni di volontariato. Non tutti i “nordici” guardano solo al proprio “orticello.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: 'Winter journey' a Palermo

Messaggio da mascherpa » 06 dic 2019 12:22

UltrasFolgoreVerano ha scritto:
05 dic 2019 14:08
...mi piacerebbe sapere in che modo, alquanto semplicistico, si afferma che gli immigrati sono più accetti a Palermo che al Nord.
Mi dispiace deludere la tua aspettativa di piacere. In nessun "modo", infatti, e men che meno "semplicistico", ho affermato una cosa del genere. Ho scritto tutt'altro:
mascherpa ha scritto:
05 dic 2019 13:16
...[a Palermo] gl'immigrati di pelle scura (molto numerosi) ci sono apparsi, vero o falso che sia, meglio accetti che qui al Nord...
Se qualcuno mi chiedesse "perché mai ti sono apparsi meglio accetti?", risponderei: "perché non ne ho visti in giro con quell'aria da braccati che molti di loro hanno addosso da queste parti". E l'inciso «vero o falso che sia» era stato messo proprio per sottolineare che la faccenda non è semplice, ossia che l'impressione che ho raccontato come tale (cosa radicalmente diversa dal fare un'affermazione) può essere sí derivata dall'essere costoro effettivamente meglio accetti, ma non implica che lo siano davvero.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16718
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: 'Winter journey' a Palermo

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 06 dic 2019 13:26

Grazie per il chiarimento. :)

Rispondi