Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
albertoemme
Messaggi: 1187
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da albertoemme » 15 nov 2019 08:45

Ciao RJ Alla peggio ti subentro io ;-)



violamargherita
Messaggi: 1335
Iscritto il: 16 feb 2011 00:19

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da violamargherita » 15 nov 2019 11:12

OT

In un programma complessivamente brutto, francamente imbarazzante - nella sezione concerti - la scelta di colui che è chiamato a eseguire l'integrale delle Sonate per pianoforte di Beethoven.

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 397
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da Amfortas_Genova » 15 nov 2019 21:55

violamargherita ha scritto:
15 nov 2019 11:12
OT

In un programma complessivamente brutto, francamente imbarazzante - nella sezione concerti - la scelta di colui che è chiamato a eseguire l'integrale delle Sonate per pianoforte di Beethoven.
Igor Levit? L’ha fatta a Monaco di Baviera, al Prinzregententheater, e pubblico e critica erano entusiasti. Personalmente ho assistito a un solo concerto e ho trovato tremendamente noioso un programma solo di sonate di Beethoven.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

pbialetti
Messaggi: 540
Iscritto il: 24 mar 2011 09:45
Località: Berlino

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da pbialetti » 16 nov 2019 08:42

Levit è un pianista molto in vista in Germania anche per la sua forte esposizione politica sui cosiddetti “soscial” (è un twittatore seriale). Si batte apertamente contro l’ondata di intolleranza destrorsa (tra l’altro lui è russo di nascita ed ebreo) e non manca di ribadirlo in ogni occasione pubblica, ed è quindi piuttosto noto anche fuori dall’ambito dei frequentatori di concerti.
Personalmente l’ho sentito dal vivo solo una volta (concerto di Schumann) e mi ha dato l’impressione di una certa piattezza. La stessa impressione ebbi quando ha suonato il primo tempo dell’op. 27/2 alla televisione in occasione della premiazione di Opus Classic. Siccome il mio gusto personale per me è sovrano, per il momento non lo inserisco tra i miei pianisti preferiti, ma è giovane e vedremo.

ZetaZeta
Messaggi: 742
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da ZetaZeta » 16 nov 2019 15:04

pbialetti ha scritto:
16 nov 2019 08:42
Levit è un pianista molto in vista in Germania anche per la sua forte esposizione politica sui cosiddetti “soscial” (è un twittatore seriale). Si batte apertamente contro l’ondata di intolleranza destrorsa (tra l’altro lui è russo di nascita ed ebreo) e non manca di ribadirlo in ogni occasione pubblica, ed è quindi piuttosto noto anche fuori dall’ambito dei frequentatori di concerti.
Personalmente l’ho sentito dal vivo solo una volta (concerto di Schumann) e mi ha dato l’impressione di una certa piattezza. La stessa impressione ebbi quando ha suonato il primo tempo dell’op. 27/2 alla televisione in occasione della premiazione di Opus Classic. Siccome il mio gusto personale per me è sovrano, per il momento non lo inserisco tra i miei pianisti preferiti, ma è giovane e vedremo.
Il politicamente corretto ha un successo assicurato.

pbialetti
Messaggi: 540
Iscritto il: 24 mar 2011 09:45
Località: Berlino

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da pbialetti » 16 nov 2019 16:21

Affermazione un po’ troppo generica e comunque non applicabile al caso dì specie

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da mascherpa » 16 nov 2019 21:26

Ruan Ji ha scritto:
15 nov 2019 07:40
Ma intendi a Shanghai?
Ho dato un'occhiata al loro sito ma non vi e' traccia dei prossimi impegni.
Uno di loro mi ha parlato della trasferta cinese a inizio maggio (che include Shanghai) proprio sabato scorso.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da mascherpa » 17 nov 2019 01:12

ZetaZeta ha scritto:
16 nov 2019 15:04
Il politicamente corretto ha un successo assicurato.
Il "politicamente corretto" non c'entra però nulla con l'impegno politico, come quello di Levit al quale è stato accennato, e del quale non sapevo. Anzi, può esserne l'opposto.

D'altra parte, in accordo con le opinioni di altri che lo hanno sentito sonare, Levit non m'ha per nulla convinto lo scorso 29 agosto a Schwarzenberg, in una parte per nulla virtuosistica ma che trovo non meno difficile musicalmente delle Sonate di Beethoven e di Schubert: intendo quella di "accompagnatore" nella Petite messe solennelle. Quando si esce con l'impressione che in fin dei conti "fosse meglio" chi era all'armonium, mi pare si sia già detto tutto.

Piattezza intrinseca o disinteresse alla parte? Non lo so, ma non m'ha lasciato la voglia di riascoltarlo, e il gusto personale, anche se non "sovrano" in titolo, è comunque il mio inesorabile ministro delle finanze.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Ruan Ji
Messaggi: 1409
Iscritto il: 29 ott 2011 14:13
Località: Shanghai

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da Ruan Ji » 18 nov 2019 02:58

albertoemme ha scritto:
15 nov 2019 08:45
Ciao RJ Alla peggio ti subentro io ;-)
Ahhahah in effetti non sarebbe la prima volta che mi togli le castagne dal fuoco! :P
Comunque mi hai ispirato a mantenere attivi gli ordini di metà agosto che in effetti non si sa mai poi come vanno a finire le cose.
L'alternativa di luglio davvero troppo pallida al confronto.
mascherpa ha scritto:
16 nov 2019 21:26
Ruan Ji ha scritto:
15 nov 2019 07:40
Ma intendi a Shanghai?
Ho dato un'occhiata al loro sito ma non vi e' traccia dei prossimi impegni.
Uno di loro mi ha parlato della trasferta cinese a inizio maggio (che include Shanghai) proprio sabato scorso.
Vedro' di informarmi in proposito allora!
Is music such a serious business? I always thought it was meant to make people happy.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14275
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Festival Salisburgo 2020 - 100 anni di di Festival

Messaggio da mascherpa » 10 dic 2019 12:30

Sono passati dieci giorni da quando è mancato Mariss Jansons. Se nel sito del Festival di Salisburgo si clicca sul titolo del Boris Godunov (https://www.salzburgerfestspiele.at/kar ... m?season=8) compare ancora il suo nome come direttore, senz'alcuna precisazione. Si noti che da questa videata si può passare direttamente a ordinare biglietti.

Modest Mussorgski
Boris Godunow
Oper in vier Akten mit einem Prolog (1874)
Orchestrierung von Dmitri Schostakowitsch
Libretto vom Komponisten nach der gleichnamigen Tragödie von Alexander Puschkin
und Nikolai Karamsins Die Geschichte des russischen Reiches

Musikalische Leitung Mariss Jansons
Regie Christof Loy


Solo cliccando sui "dettagli" del programma (https://www.salzburgerfestspiele.at/p/boris-godunow)
compaiono, senza risalto, alcune righe che informano della scomparsa, precisando che il nome di chi lo sostituirà (infelicemente tradotto whoever in inglese) sarà comunicato appena possibile. Ma appena sotto questa informazione (con link al necrologio), la direzione musicale risulta ancora affidata al defunto.

Die Salzburger Festspiele trauern um Mariss Jansons. Uns bleibt nur, mit größter Dankbarkeit all jener Sternstunden zu gedenken, mit denen er knapp 30 Jahre lang den Festspielen wahrhaft Unerhörtes geschenkt hat.
Wer ihm als Dirigent der Oper Boris Godunow nachfolgt, geben wir hier auf unserer Website sobald wie möglich bekannt.

Leading Team
Mariss Jansons Musikalische Leitung


Sono il primo che si lamenta delle "trascuratezze" di molti uffici stampa italiani, ma questa, che italiana non è, mi sembra ne surclassi la maggior parte (ovviamente queste considerazioni non riguardano la difficoltà oggettiva di sostituire Jansons).
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Rispondi