È morto Marcello Giordani

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 14628
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

È morto Marcello Giordani

Messaggio da Tebaldiano » 05 ott 2019 16:22

Purtroppo, in questo periodo luttuoso per l’opera, che ha visto la scomparsa in pochi giorni di Francisco Casanova, Umberto Grilli e Jessye Norman, arriva improvvisa anche la notizia della morte per infarto a soli 56 anni di Marcello Giordani.


Immagine

Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16576
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 05 ott 2019 17:23

Cavolo! Mamma mia. :(

Avatar utente
paperino
Messaggi: 16608
Iscritto il: 25 set 2003 08:17
Località: Firenze

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da paperino » 05 ott 2019 20:36

Ho molti ricordi di Giordani. Da un Rigoletto areniano, a un Roméo a Parma, entrambi con la Devia. E poi varie Turandot, Forza del destino, Butterfly, Manon Lescaut... E sentito in tante registrazioni. Aveva una voce molto estesa, tanto da poter affrontare nella prima parte della carriera ruoli proibitivi come Arturo de I Puritani, Gualtiero nel Pirata, Raoul in Les Huguenots, Arnold in Guillaume Tell. Seguirono ruoli di tenore spinto o drammatico di Verdi, Berlioz, Puccini, Giordano...
Mi dispiace molto. Ci ha lasciato troppo presto. R.I.P.
La conversazione languiva, come sempre d'altronde quando si parla bene di qualcuno (Laclos/Poli).

cabaletta64
Messaggi: 95
Iscritto il: 15 set 2014 18:10
Località: Treviso

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da cabaletta64 » 05 ott 2019 21:45

Purtroppo visto solo nel Rigoletto areniano del 91' , ma ascoltato nelle dirette radio molte volte.
Consiglio vivamente il cd con sue arie (Tenor arias) veramente notevole.
Voce da lirico puro, svettante e di bella presenza scenica, forse ha abusato di qualche titolo al limite delle sue possibilità come "Ugonotti", ma anche per questo è da ricordare per la sua grande generosità vocale.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14055
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da mascherpa » 06 ott 2019 22:04

Per me è stato è un artista molto serio che non hai mai promesso quel che non avrebbe mantenuto.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

ZetaZeta
Messaggi: 660
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da ZetaZeta » 07 ott 2019 05:32

mascherpa ha scritto:
06 ott 2019 22:04
Per me è stato è un artista molto serio che non hai mai promesso quel che non avrebbe mantenuto.
Cosa che n Italia è peccato mortale.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14055
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da mascherpa » 07 ott 2019 06:31

ZetaZeta ha scritto:
07 ott 2019 05:32
mascherpa ha scritto:
06 ott 2019 22:04
Per me è stato è un artista molto serio che non hai mai promesso quel che non avrebbe mantenuto.
Cosa che in Italia è peccato mortale.
E soprattutto che "non promuove l'immagine".
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

fracapi
Messaggi: 1869
Iscritto il: 29 set 2003 12:56

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da fracapi » 07 ott 2019 11:46

ultima volta l'ho ascoltato a Cagliari in Fanciulla un paio d'anni fa. fece un bel successo .
L'ho ascoltato sopratutto Al Metropolitan , in molti dei titoli citati da Paperino.
fu' un tenore sopratutto " americano " come Caruso , Corelli, e Pavarotti, anzi da dopo Pavarotti , sino a Grigolo , e' stato il tenore italiano piu' in voga e di successo in quel teatro.
In italia era non molto considerato , un o' come Fisichella , il suo successo era all'estero dove apprezzavano la sua presenza scenica unita ad una "calda partecipazione al ruolo , di stampo italico del sud " ( che per il tenore manda in deliquio gli spettatori anglosassoni ) non che' il suo notevole squillo. A volte gli applausi erano trionfali.
In italia feci fatica , molti anni fa' , a reperire il suo cd di arie d 'opera , molto apprezzato dagli amanti degli acuti.
Un Bravo tenore .
Ne parla il N.Y.Time . in un lungo articolo .

albertoemme
Messaggi: 1057
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: È morto Marcello Giordani

Messaggio da albertoemme » 07 ott 2019 18:13

Un tenore solido con una bella voce e ottimi acuti. Come altri hanno osservato non è mai riuscito a fare quel salto di qualità per essere accettato dai palati più esigenti. Un ricordo veneziano. Alla prima di Traviata della gloriosa stagione del bicentenario sostituì Shicoff indisposto e, terminata la recita, ero salito nei camerini con l'intenzione di recuperare un autografo dalla Gruberova per nobilitare non so quale programma di sala o locandina. Forse ero un po' euforico quella sera. Sì perché incontrai il direttore Rizzi che, in un contesto denso di umori cellettiani pronti a sconfinare su sconnessi parquet o complementi d'arredo del dopoguerra, rise di gusto e proferì un "per fortuna!" quando gli dissi che mi avevano parlato molto male di lui e che, invece, ero rimasto favorevolmente colpito dalla sua concertazione. Rotto il ghiaccio in attesa della primadonna, passai da Giordani che sinceramente avevo trovato molto cresciuto rispetto a precedenti cimenti, dove la dovizia dei mezzi e un'incontrovertibile generosità, lasciavano spazio a una certa genericità e mancanza di rifiniuture. Ripassai con lui tutta la parte, intanto che mi dedicava con inchiostro dorato una magnifica foto a colori. Giunti al terzo atto gli dissi che "...forse" Parigi o Cara meritava ancora qualche approfondimento... (non gli precisai espressamente che le mezzevoci erano indietro assai e una certa opacità strideva con lo smalto della cantante di Bratislava). Fortunatamente avevo già in mano la bellissima fotografia, quando mi disse "Ah...forse Parigi o cara va un po' sistemato? Vabbe adesso se può andarsene, dovrei finire di cambiarmi..." Temo di avergli fatto girare non poco le scatole e ora mi pento.-

Rispondi