Bayreuth 2020

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
ugo54
Messaggi: 2021
Iscritto il: 19 dic 2002 19:22

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da ugo54 » 16 nov 2019 15:36

Dr.Malatesta ha scritto:
12 ago 2019 22:12
Il Wagner di Muti no è inascoltabile. Affatto. Può piacere o meno ma ha un suo senso. Concordo sul Lohengrin soprattutto (sui Meistersinger ho qualche dubbio). Su Wagner in Italia sono invece più pessimista...Roma, Milano: in questi anni di autarchia di ritorno il pubblico e i teatri restano in repertorio stretto. Milano ormai ha una programmazione da politeama estivo e Roma è appena un po’ più coraggiosa. Il dramma italiota è che pare coraggioso programmare Tannhäuser o Fidelio o Rosenkavalier... e c’è sempre chi lamenta l’invasione “tedesca” (ricordo che ci fu chi criticò la scala per troppi titoli tedeschi includendo pure Mozart e Handel...). Siamo terzo mondo. Meritiamo quello che ci propinano
Ho grande stima per Matteo però le geremiadi continue contro una Scala "politeama estivo" sono fuori posto....spero che non me ne voglia, indipendentemente dalle rese finali delle messe in scena, obietto quanto segue e solo per gli ultimi 2 anni, anche per non tediare i lettori che perdono sempre circa 14'-15' per leggere, ne dubito, le mie recensioni:

2017-2018
Die fledermaus (messo in scena dappertutto ma chissà perché alla Scala era tabù?)
Orphée et Euridice
Fierrabras
Fidelio
Elektra

2018-2019
Chovanscina
Ariadne auf Naxos
Die tote stadt
Giulio Cesare in Egitto
Die Aegyptische Helena

Non saranno i programmi di Monaco, Londra, Parigi, Vienna ma.....non sonno proposte da arene estive un tanto al chilo e soprattutto, lo ribadisco senza ombra di contestazioni, i 19 anni di gestione Muti sono stati per me validi dal punto di vista delle sue direzioni e concertazioni ma assolutamente deleteri per i programmi che con Lissner e Pereira sono di gran lunga migliorati e si sono aperti a messe in scena, talvolta discutibili, ma molto e molto più interessanti.
E' un mio pensiero, confutabile, ma ne sono onestamente convinto!
Un caro saluto



albertoemme
Messaggi: 1187
Iscritto il: 03 feb 2015 17:51

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da albertoemme » 17 nov 2019 14:32

Non me ne voglia Violamargherita ma aggiungerei ai citati anche le produzioni di Chailly che comunque all’estero mancano. Io lascerei da parte pianti e lai ad esempio oggi mi sento il Trittico con un orchestra di prim’ordine, cantanti interessanti per quello che offre il mercato, pagando quello che al Grosses costa una poltroncina vista pilastro in cemento armato.-

ZetaZeta
Messaggi: 742
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da ZetaZeta » 17 nov 2019 15:57

albertoemme ha scritto:
17 nov 2019 14:32
Non me ne voglia Violamargherita ma aggiungerei ai citati anche le produzioni di Chailly che comunque all’estero mancano. Io lascerei da parte pianti e lai ad esempio oggi mi sento il Trittico con un orchestra di prim’ordine, cantanti interessanti per quello che offre il mercato, pagando quello che al Grosses costa una poltroncina vista pilastro in cemento armato.-
Concordo.

Avatar utente
Alberich
Messaggi: 1763
Iscritto il: 07 giu 2007 22:07
Contatta:

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da Alberich » 18 nov 2019 15:27

albertoemme ha scritto:
12 ago 2019 22:09
Mi piacerebbe che i pareri sul ring di Muti, se espressi nel forum, fossero più circostanziati.-
Sono passati molti anni, ma io ricordo un Ring di particolare noia, ammorbato da regie di scarso spessore, e comunque registi diversi, e con cast vocali molto altalenanti (se non erro, Schmidt e Eaglen nel Crepuscolo non brillarono...ma neanche Rydl). Non vidi l'Oro.
La direzione la ricordo molto confusa e chiassosa, ma sono pur sempre passati piu' di 20 anni.

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 397
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da Amfortas_Genova » 29 feb 2020 10:30

https://www.bayreuther-festspiele.de/fe ... aemmerung/


Sarà Iréne Theorin la Brünnhilde del Crepuscolo per il prossimo Ring.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 397
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da Amfortas_Genova » 17 mar 2020 12:26

Svolgimento del Festival in discussione per l'epidemia di COVID-19.

La prevendita prevista per il 29 marzo è rinviata a fine maggio. Entro aprile si deciderà se confermare l'evento.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 397
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da Amfortas_Genova » 31 mar 2020 17:33

BR Klassik ha pubblicato che il festival è cancellato, affermando di aver ricevuto l’informazione da Katharina.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 397
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da Amfortas_Genova » 31 mar 2020 17:53

Ring rinviato al 2022.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 397
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da Amfortas_Genova » 31 mar 2020 18:08

«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

cavalieredanese
Messaggi: 181
Iscritto il: 30 mar 2013 12:44

Re: Bayreuth 2020

Messaggio da cavalieredanese » 02 apr 2020 08:35

Alberich ha scritto:
18 nov 2019 15:27
albertoemme ha scritto:
12 ago 2019 22:09
Mi piacerebbe che i pareri sul ring di Muti, se espressi nel forum, fossero più circostanziati.-
Sono passati molti anni, ma io ricordo un Ring di particolare noia, ammorbato da regie di scarso spessore, e comunque registi diversi, e con cast vocali molto altalenanti (se non erro, Schmidt e Eaglen nel Crepuscolo non brillarono...ma neanche Rydl). Non vidi l'Oro.
La direzione la ricordo molto confusa e chiassosa, ma sono pur sempre passati piu' di 20 anni.
Del Ring della Scala negli anni 90 vidi Oro del Reno, Sigfrido e Crepuscolo, mi persi Walkiria.
Ricordo che, nel bene nel male, fu una cosa tipica di Muti, e detto in due parole: orchestra che viaggiava come un TGV e i cantanti che dovevano abbattere un muro di 100 dB.
Tra i cantanti rammento in positivo dopo più di 20 anni Kurt Rydl (Hagen) e Waltraud Meier (Waltraute). Una nota sulla marcia funebre del Crepuscolo che fu bellissima, senza le stonature degli ottoni che capitavano in epoche successive. Più che una marcia funebre fu una prova di forza, ricordava Tyson che prendeva a botte qualche avversario. Il timpanista, alla fine ,sudato fradicio ha estratto un asciugamano e si è asciugato lui e poi anche gli strumenti

Rispondi