Vedove (convenientemente) inconsolabili

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Avatar utente
Patrizia
Messaggi: 9012
Iscritto il: 27 ago 2002 23:20
Località: Parma
Contatta:

Re: Vedove (convenientemente) inconsolabili

Messaggio da Patrizia » 02 ott 2019 17:03

Tosca ha scritto:
02 ott 2019 10:10
cabaletta64 ha scritto:
01 ott 2019 19:50
Battisti è morto giovane, non se ne conoscono nemmeno bene le cause, ma c'è da immaginare che deve aver sofferto per la condizione di isolazionismo a cui volente o nolente è stato costretto
Nessuno sa se Lucio Battisti abbia sofferto per quell'isolamento che allora veniva detto "volontario". E nemmeno si sa se la moglie, da un punto di vista umano, sia stata veramente un'arpia, così come ora qualcuno la descrive, o se veramente gli abbia precluso una carriera ancora più luminosa.
Lui, Battisti Lucio, fu persona parecchio schiva e molto attenta alla riservatezza della sua privata. I concerti dal vivo furono pochissimi (mi pare che fece solo due tour) e poche le sue indimenticabili partecipazioni a spettacoli televisivi (per altro di prestigio!).
Non amava i giornalisti curiosi, del suo privato si sapeva assai poco e pochissimo si seppe della futura moglie e del suo matrimonio.
Io credo che sia bene che le canzoni nate dal sodalizio con Mogol siano ora disponibili "sulle piattaforme", credo che all'utente normale (come potrei essere io) questo interessi anche relativamente poco perché mi pare che su Youtube, a gratis, ci sia tutta la produzione battistiana. Credo anche che sia tutta una gran questione di soldi (come ha ben spiegato Domenico) che non dovrebbe interessare il pubblico.
Credo, infine, che in tutta questa faccenda sia meglio lasciare in pace Battisti Lucio perché sono assai propensa a credere che non avrebbe gradito tutto il parlare che si è fatto, e che si fa, della sua vita privata.
(ho in casa tutto il tuttibile di L. B., sia in vinile che in cd: sono del 1957 e la sua carriera ha coinciso con la mia adolescenza e primissima giovinezza).
Idem :love:


"Where is this rash and most unfortunate man? That's he that was Othello; here I am."

http://www.parmalirica.org/

Avatar utente
Ruan Ji
Messaggi: 1333
Iscritto il: 29 ott 2011 14:13
Località: Shanghai

Re: Vedove (convenientemente) inconsolabili

Messaggio da Ruan Ji » 11 ott 2019 14:36

Tosca ha scritto:
02 ott 2019 10:10
che le canzoni nate dal sodalizio con Mogol siano ora disponibili "sulle piattaforme"
Purtroppo per gli amanti dei "dischi bianchi" l'astinenza non e' ancora terminata, continuano a essere disponibili solo in via indiretta su youtube. La voce del viso sarebbe sicuramente una delle mie scelte di punta per scatti a perdifiato, un BPM da cuore in gola, anzi da cuore in bocca, sillabato in un falsetto immacolato, testamento spirituale di un artista e di un'epoca.
Is music such a serious business? I always thought it was meant to make people happy.

Rispondi