Opera radio e TV

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
ZetaZeta
Messaggi: 661
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Opera radio e TV

Messaggio da ZetaZeta » 16 lug 2019 17:07

biancano ha scritto:
16 lug 2019 17:04
mi sembra che qui si parli di opera e visto che hai praticamente detto che Karajan è un grande regista mi sono permesso di citarli come potrei citarne tanti altri....dirette male e cantate male le opere è meglio non farle
Non ho scritto che è un grande regista, ma che faceva a meno dei registi.
Comunque hai perfettamente ragione: senza direttore e cantanti l'opera non si fa; senza regista la si fa in forma di concerto.



biancano
Messaggi: 156
Iscritto il: 07 dic 2014 13:32

Re: Opera radio e TV

Messaggio da biancano » 16 lug 2019 17:10

ZetaZeta ha scritto:
16 lug 2019 17:07
biancano ha scritto:
16 lug 2019 17:04
mi sembra che qui si parli di opera e visto che hai praticamente detto che Karajan è un grande regista mi sono permesso di citarli come potrei citarne tanti altri....dirette male e cantate male le opere è meglio non farle
Non ho scritto che è un grande regista, ma che faceva a meno dei registi.
Comunque hai perfettamente ragione: senza direttore e cantanti l'opera non si fa; senza regista la si fa in forma di concerto.
veramente faceva lui il regista....o credeva di farlo....comunque la Traviata di Visconti o il Simone di Strehler sono ancora ricordati e sono opere non prosa o cinema evidentemente.....

Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16578
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: Opera radio e TV

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 16 lug 2019 20:05

Il Don Giovanni con la regia di Guth e dove per fortuna esiste testimonianza video, è uno degli spettacoli operistici più sconvolgenti che abbia mai visto, nonostante abbia tagliato il finale d’opera.

Non scherziamo!!!

biancano
Messaggi: 156
Iscritto il: 07 dic 2014 13:32

Re: Opera radio e TV

Messaggio da biancano » 16 lug 2019 21:39

UltrasFolgoreVerano ha scritto:
16 lug 2019 20:05
Il Don Giovanni con la regia di Guth e dove per fortuna esiste testimonianza video, è uno degli spettacoli operistici più sconvolgenti che abbia mai visto, nonostante abbia tagliato il finale d’opera.

Non scherziamo!!!
ecco Guth è un regista contemporaneo che ha fatto regie importanti soprattutto in Wagner sempre partendo dalla drammaturgia musicale delle opere che metteva in scena

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14055
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Opera radio e TV

Messaggio da mascherpa » 17 lug 2019 09:13

ZetaZeta ha scritto:
16 lug 2019 15:17
mascherpa ha scritto:Il nocciolo della questione a me pare tutt'altro: ridottosi il numero di "novità" a favore del "museale", non è piú possibile, per intervenuto decesso, che della regia s'occupino gli Autori. Ovvio, quindi, che la funzione venga assunta da altri.
Ma non è detto che gli "altri" siano registi. :wink:
Non m'è chiaro il tuo sottinteso, Filippo. Che cosa mai dovrebbero essere, se non registi, coloro che s'occupano di regia? Banchieri? Poliziotti? Pompieri? Peripatetiche da strapazzo? Viceparroci? Cuoche come auspicava Lenin per i primi ministri in un lontano futuro? Direttori d'orchestra come pretendeva Karajan?

Non facciamoci illusioni: se un'opera è diretta male, se ne sono sempre accorti in pochissimi; se è cantata male, se ne accorgono oramai in pochi. Deliziarsi o strapparsi i capelli per la messinscena è invece esercizio alla portata di quasi tutti; ed è proprio la messinscena che la maggior parte degli spettatori ricordano. In questo senso, aveva perfettamente ragione Luca Ronconi quando osservava che i registi stanno un po' ritardando (anche se a costi enormi) la scomparsa dell'opera lirica come forma viva di spettacolo. Poi si passerà a riscrivere tutto, come i testi delle tragedie greche e quelli di Shakespeare.
Ultima modifica di mascherpa il 17 lug 2019 09:41, modificato 1 volta in totale.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14055
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Opera radio e TV

Messaggio da mascherpa » 17 lug 2019 09:22

ZetaZeta ha scritto:
16 lug 2019 17:05
Credimi, oggi come oggi fa tutto il computer. Lo vedo con gli alunni del Geometra.
Trascuro volentieri che tra la scuola e la realtà della vita passa piú o meno la differenza che c'è tra le scale e un appartamento, ma non posso comunque crederti, anche perché scrivo programmi software da trent'anni e la tua affermazione mi porta a supporre che tu non l'abbia mai fatto.

Un computer ripete, magari ingigantendolo, solo quello che qualcuno gli ha messo o gli mette dentro. Se t'immagini il contrario, sbagli.
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

abc
Messaggi: 2676
Iscritto il: 30 gen 2006 20:34

Re: Opera radio e TV

Messaggio da abc » 17 lug 2019 09:41

A proposto di registi invadenti nell'opera lirica, c'è anche qualche regista che "invade" anche le altre opere musicali, come Romeo Castellucci nel Requiem di Mozart qualche giorno fa al Festival d'Aix-en-Provence:

Streaming: https://www.arte.tv/fr/videos/088454-00 ... de-mozart/

ZetaZeta
Messaggi: 661
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Opera radio e TV

Messaggio da ZetaZeta » 17 lug 2019 09:46

mascherpa ha scritto:
17 lug 2019 09:22
Un computer ripete solo quello che qualcuno gli ha messo o gli mette dentro. Se t'immagini il contrario, informati meglio.
Io parlavo del saper disegnare: se uno ci mette dentro immagini preconfezionate, può anche non saper disegnare purché sappia utilizzare i software di modifica. Ma magari mi sbaglio io, per carità.

La citazione di Ronconi contiene sicuramente una parte di verità, pur tuttavia continuo a pensare che nell'opera la centralità appartenga alla musica e che la figura del regista debba essere ridimensionata rispetto all'importanza che si è presa oggi.
Probabilmente è una battaglia persa, come lo è quella di tentare di formare un pubblico nuovo e preparato. Chissà.

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14055
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Opera radio e TV

Messaggio da mascherpa » 17 lug 2019 10:05

ZetaZeta ha scritto:
17 lug 2019 09:46
...se uno ci mette dentro immagini preconfezionate, può anche non saper disegnare purché sappia utilizzare i software di modifica.
Non ho mai saputo disegnare decentemente e, direi quindi, non ho mai imparato a usare i software d'elaborazione grafica, rimanendo spesso sbalordito dall'abilità con cui altri li sanno usare.
Invece ero bravino in latino e greco e, "non si sa come", ho imparato piuttosto rapidamente a scrivere i software di gestione dei processi, rimanendo, quasi altrettanto spesso, sbalordito dalla contorta imperizia di molti "del mestiere".
Der Weg der neuern Bildung geht
von Humanität
durch Nationalität
zur Bestialität

(F. Grillparzer, aprile 1849)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

ZetaZeta
Messaggi: 661
Iscritto il: 06 mag 2017 21:03

Re: Opera radio e TV

Messaggio da ZetaZeta » 17 lug 2019 11:48

mascherpa ha scritto:
17 lug 2019 10:05
ZetaZeta ha scritto:
17 lug 2019 09:46
...se uno ci mette dentro immagini preconfezionate, può anche non saper disegnare purché sappia utilizzare i software di modifica.
Non ho mai saputo disegnare decentemente e, direi quindi, non ho mai imparato a usare i software d'elaborazione grafica, rimanendo spesso sbalordito dall'abilità con cui altri li sanno usare.
Invece ero bravino in latino e greco e, "non si sa come", ho imparato piuttosto rapidamente a scrivere i software di gestione dei processi, rimanendo, quasi altrettanto spesso, sbalordito dalla contorta imperizia di molti "del mestiere".
Nei due anni della mia permanenza a ingegneria (meccanica) c'era un professore che diceva "voi del classico partite di rincorsa, come il cavallo del palio, poi arrivate prima degli altri". Il che, a disegno, è stato vero perché ho preso un bel voto :wink:

Rispondi